Ecco il Tamberi Stadium. Il progetto degli Etruschi

Il presidente Ghiozzi: "Un progetto anche per tutti i quartieri nord"

Mediagallery

Gli Etruschi, e il loro presidente Carlo Ghiozzi, pensano in grande e vogliono regalare alla città e ai propri iscritti uno stadio nuovo di zecca. Un’idea questa nata qualche anno fa ma che soltanto in questi giorni è diventata realtà. O quasi. Per poter iniziare a mettere la prima pietra occorre vincere la gara che il comune di Livorno indirà a breve. Una volta superato questo “scoglio” ecco che il progetto può partire. Ed è proprio il presidente Ghiozzi a spigarci nel dettaglio in cosa consiste la sua idea.

Carlo, un progetto importante per tutto il rugby livornese.
“Assolutamente sì. Ora non resta che vincere la gara che indirà il comune e poi ci siamo. Ho parlato con l’assessore Perullo e anche lui è entusiasta dell’iniziativa. Ancora non si sanno i tempi ma penso che questo inverno ci possa essere la gara e se tutto andrà come previsto ad inizio estate inizieremo i lavori. Il nostro obiettivo è quello di disputare le gare del 2016 nel nuovo impianto”.

I tempi per la costruzione quindi saranno brevi?
“Il tutto sarà realizzato in legno, si tratta di un progetto ecosostenibile con alcune ditte del nord Italia che preconfezionano le strutture che poi saranno montante qui. La nostra intenzione è quella, se il comune ci concederà l’impianto per più di 20 anni, di creare un campo sintetico”.

In cosa consiste il progetto?
“Verranno create la club house per il terzo tempo, una tribuna che al momento manca, dei nuovi spogliatoi e gli uffici. Parlando con gli architetti la spesa sarebbe di 300mila euro circa. Con questo impianto vogliamo anche riqualificare i quartieri nord di Livorno”.

Il vostro lavoro però sta già dando i ottimi risultati.
“Da quando siamo al Tamberi in tre anni abbiamo quadruplicato il numero degli iscritti. Ora  abbiamo una formazione in tutte le categorie: dall’under 6 fino ai senior senza contare che l’under 6 e 8 hanno una doppia squadra. La nostra idea è quella di averne una doppia in ogni categoria”.

La zona nord non può che esservi grata.
“Il Rugby Livorno copre la parte sud, i Lions sono ad est e i quartieri nord erano scoperti. Noi abbiamo colmato tutto questo. Presto ci chiameremo Polisportiva Etruschi Livorno Collesalvetti: abbiamo già una squadra di pallavolo e miriamo a espanderci sempre di più visto il grande interesse che riscontriamo”.

Riproduzione riservata ©