Gli Etruschi battono Lucca

Mediagallery

Alla Fulgida Etruschi Livorno basta un primo tempo di spessore per festeggiare il successo più pesante, bello e significativo dell’intera annata. In casa del Lucca – terza forza del torneo – i ragazzi guidati dall’allenatore-giocatore Francesco Consani si sono imposti 19-21. In graduatoria 4 punti per gli ospiti ed 1 per i locali. La squadra labronica è in chiara crescita. Neppure la pausa osservata in occasione della Pasqua ha arrugginito le giocate dei verde-amaranto. L’innesto, durante il campionato, di preziose pedine hanno permesso di effettuare il sospirato salto di qualità. Indipendentemente dalla situazione in classifica (i labronici occupano la settima piazza), il quadro per la Fulgida è roseo. Questo torneo si sta rivelando utilissimo per aprire un nuovo ciclo ricco di soddisfazioni. Le restanti sei partite del campionato di C regionale, girone 1, possono regalare nuove gradite sorprese. La classifica dopo la sesta di ritorno (fra parentesi le gare realmente disputate): Firenze’31 cadetto (15) 67; Cavalieri Prato/Sesto cadetto (16) 15; Lucca (16) 58; Le Sieci (15) 47; Cortona* (15) 38; Montelupo/Empoli (15) 35; Fulgida Etruschi Livorno (14) 29; Amatori Prato** (14) 28; Bellaria Pontedera* (16) 13; Vasari Arezzo**** (16) 4; Chianciano** -3 (16). *Cortona e Bellaria 4 punti di penalizzazione; **Amatori Prato e Chianciano 8 punti di penalizzazione; *****Vasari 16 punti di penalizzazione.

A Lucca, partenza sprint dei livornesi. Le avanzate dei verde-amaranto sono brillanti e ben organizzate. L’ala Brilli sblocca il punteggio, andando in meta (11′) dopo una corale iniziativa. L’apertura Christian Incrocci trasforma: 0-7. La Fulgida continua a tenere in mano le redini del confronto. Lucca (22′) fatica a trovare sbocchi in fase di disimpegno. L’ala dei labronici Sanacore ruba il tempo e l’ovale agli avversari e schiaccia in meta. Incrocci arrotonda dalla piazzola: 0-14. Primo tempo di chiara marca ospite. La terza meta Fulgida è nell’aria e puntuale giunge al 34′. Merito del pilone Fusco, a bersaglio ancora dopo un’azione sviluppata su più fasi. La trasformazione di Incrocci permette di chiudere la frazione in vantaggio 0-21. Pure nella prima fase della ripresa, i livornesi appaiono ispirati e vanno ad un passo dalla meta-bonus. Poi gli ospiti accusano la stanchezza. Lucca, che come evidenzia la classifica è una delle migliori realtà della categoria, comincia a macinare gioco. I rossoneri di casa accorciano le distanze con due mete trasformate: 14-21. Nell’ultimo segmento di partita, la Fulgida difende il prezioso margine. All’ultimo secondo, meta sull’angolo destro dei padroni di casa. La (non facile) successiva trasformazione consentirebbe ai lucchesi di raggiungere il pareggio. Il calcio non va a segno. La Fulgida tira un sospiro di sollievo, si impone 19-21 e conquista 4 punti tutti d’oro: una vittoria preziosa, che può segnare la svolta della stagione. Per i lucchesi, che perdono terreno nei confronti della coppia di testa, è invece una sconfitta amara. Lo schieramento verde-amaranto: Amadori; Sanacore (14′ st Compiani), Iegre, De Libero, Brilli; Incrocci C., Shani; Gracci, Ruffino, Chiarugi (14′ st Petrantoni); Pini, Bonaretti; Trinca (22′ st Consani), Borella (22′ st Ianda), Fusco. A disp.: Ghiozzi.

Riproduzione riservata ©