Etruschi, quante novità in vista della stagione

Mediagallery

Rivoluzione nella prima squadra degli Etruschi. E’ il Presidente Carlo Ghiozzi ad illustrala. “Vogliamo chiudere con l’immagine degli Etruschi legata a risse e squalifiche continue – ha dichiarato con fermezza – Adesso basta. Abbiamo l’obbligo morale di proiettare la prima squadra verde-amaranto in Serie B nel giro di pochi anni sfruttando al massimo il progetto di formazione tecnica del Granducato. Per questo abbiamo chiesto aiuto anche alla Federazione, ottenendo un tutoraggio specifico per la formazione in primis di giovani tecnici che guideranno la squadra dei seniores degli Etruschi”.
Il progetto ambizioso per la prima squadra rientra quindi in pieno nel progetto Granducato. I due tecnici incaricati a seguire la seniores saranno Francesco Consani, terza linea e già tecnico delle giovanili verdi amaranto, e Gianluca Carrani, proveniente dalla serie B del Rugby Livorno. Saranno poi a disposizione i tecnici del Granducato a partire da Andrea Saccà fino ad arrivare a Goti per la mischia e Gaetaniello per i Tre Quarti. L’inossidabile Gino Galletti metterà a disposizione tutta la sua pluriennale conoscenza rugbistica e rivestirà il ruolo di Supervisore Tecnico di questa formazione senior. Ci sarà a disposizione degli Etruschi un preparatore atletico e fisico per la palestra ed un fisioterapista disponibile due volte la settimana al campo. Alessandro Bonsignori infine ricoprirà il ruolo di dirigente accompagnatore.
“E’ un grosso progetto anche per il numero e l’importanza di tecnici impiegati – ha ribadito il Presidente Ghiozzi – Dobbiamo creare un ambiente nuovo e diverso che deve accogliere i ragazzi che usciranno dalle giovanili con un bagaglio di alta formazione. Non possiamo pensare che dopo l’esperienza del Granducato, i nostri ragazzi arrivino in una squadra che non sia capace di accoglierli dopo gli imponenti sforzi fatti durante il percorso di formazione giovanile. Serve quindi l’impegno e la serietà di tutti. Siccome il progetto è ambizioso ed arduo, abbiamo bisogno di atleti che ci mettano il cuore e l’animo e non che vengano a fare le scampagnate la domenica. Per questi motivi abbiamo preso contatti anche con giocatori che hanno smesso nel tempo l’attività per vari motivi ma che potrebbero tranquillamente tornare a giocare, per infoltire così la rosa”.
Il campionato inizierà il 18 ottobre e sarà diviso in due fasi; la prima prevede un mini girone di 6 squadre scelte per vicinanza territoriale con scontri di andata e ritorno. Le prime tre classificate andranno a giocare con le prime tre classificate dell’altro girone e le ultime tre con le altre ultime tre. Non ci saranno più quindi C2 o C3, ma solo fasi meritocratiche. I seniores degli Etruschi partiranno sul terreno del Tamberi dal 1° settembre con 2 settimane intense di preparazione senza tralasciare l’uso del pallone. Poi torneranno gli allenamenti martedì, giovedì e venerdì con un quarto allenamento settimanale facoltativo che sarà sfruttato in vari modi dallo staff tecnico.

Riproduzione riservata ©