Etruschi ko a Lucca

Mediagallery

Il solito refrain: la Fulgida Etruschi Livorno gioca alla pari con l’avversario, mette in vetrina buoni numeri nelle lotte in mischia, ma poi quando si presenta alla cassa deve accontentarsi del punticino che scatta in caso di sconfitte con margini inferiori alle otto lunghezze. In casa con il Lucca – attualmente terzo in graduatoria – la squadra verdeamaranto ha perso 13-17. Due mete per i locali, tre per gli ospiti (che dunque non si sono assicurati il bonus aggiuntivo). Ecco la situazione in graduatoria dopo le prime 6 giornate della C regionale, girone 1 (fra parentesi le gare realmente disputate): Cavalieri Prato/Sesto cadetto (6) 26 p.; Firenze’31 cadetto (5) 24; Lucca (5) 18; Cortona* (5) 16; Sieci (4) e Montelupo/Empoli (5) 11; Fulgida Etruschi Livorno (5) 7; Vasari Arezzo cadetto* (5) 6; Amatori Prato** (5) 3; Chianciano* (5) 1; Bellaria Pontedera* (6) -2. *Cortona, Arezzo, Chianciano e Bellaria scontano 4 punti di penalizzazione; **Am. Prato sconta 8 punti di penalizzazione. La Fulgida, contro il Lucca, mostra, nei primi minuti, la faccia feroce. La supremazia territoriale evidenziata nella prima metà del primo tempo viene concretizzata con la meta in velocità del centro De Libero (16′) e con il piazzato del rientrante mediano di apertura Christian Incrocci (19′): 8-0 al giro di boa della frazione. Gli ospiti reagiscono e con una meta della propria apertura accorciano le distanze (8-5 all’intervallo). Nella ripresa i rossoneri ospiti crescono. La Fulgida fatica a tamponare le iniziative ‘nemiche’. I lucchesi realizzano al 12′ e al 24′ le due mete (condite con una trasformazione) dell’allungo decisivo: 8-17. Alla Fulgida non fa certo difetto la volontà. Nella parte conclusiva dell’incontro, i verdeamaranto gettano il cuore oltre l’ostacolo e riducono il margine con una meta del terza linea Consani, a bersaglio (37′) dopo un ‘carretto’ della mischia: 13-17. La parte alta della classifica, con la quarta sconfitta stagionale, si è ormai allontanata, ma resta la sensazione che la Fulgida abbia i mezzi per risalire la china. Lo schieramento utilizzato dagli allenatori-giocatori Carrani e Consani: Amadori; Sanacore, Compiani, De Libero, Brilli; Incrocci C., Bitossi; Carrani, Mazzocca (1′ st Petrantoni), Consani; Ruffino, Spagnolo; Trinca, Bonaretti (21′ st Ianda), Chabbar. A disp.: Giusti, Pini, Fusco, Doveri, Guiggi.

Riproduzione riservata ©