Etruschi, è qui la festa

Mediagallery

Uno scenario più bello e suggestivo per chiudere ufficialmente la stagione era difficile da trovare. Si è svolta in questa caldissima prima domenica di luglio, all’interno della Fortezza Vecchia, messa gentilmente a disposizione dall’Autorità Portuale, la festa di fine annata 2014/15 della polisportiva Etruschi Livorno. Coinvolte nella riuscitissima manifestazione, centinaia di persone. Affiancati da simpatizzanti e parenti, hanno partecipato all’evento atleti, allenatori e dirigenti delle varie squadre di rugby e di volley della polisportiva. Dapprima, alle 19, sul palco allestito per l’occasione, sono stati chiamati e premiati tutti gli atleti (con medaglie) e gli allenatori (con ‘statuette’ personalizzate). Poi cena per tutti quanti. La notizia del giorno, annunciata dal presidente degli Etruschi (e cerimoniere della kermesse) Carlo Ghiozzi, è relativa alla nasciata di un nuovo progetto di formazione tecnica, relativa al rugby giovanile. “Finalmente – ha sottolineato il massimo dirigente della società verde-amaranto – a Livorno siamo riusciti a buttare le basi per qualcosa che va al di là dei campanilismi; siamo orgogliosi di essere protagonisti di un nuovo progetto di formazione tecnica. Aderiscono inizialmente a questo progetto le società livornesi degli Etruschi e dei Lions. L’obiettivo di questo nuovo soggetto è di proporre un percorso di formazione per la costruzione di giocatori juniores in particolare Under 16 e Under 18. Il progetto è aperto a tutti i club che desiderano aderire. La speranza è quella di allargare l’iniziativa il più possibile e di offrire sempre una migliore proposta educativa-sportiva nel futuro”. A breve, oltre al nome della nuova società, verranno ufficializzati i relativi quadri tecnici. Nella festa della Fortezza Vecchia, non sono mancati gli scroscianti applausi per la squadra de ‘I Pirati’, formazione pronta, nel nuovo anno, a disputare il campionato toscano ‘old’, al quale parteciperanno dieci formazioni. Applausi per gli Under 6, per gli Under 8, per gli Under 10, Under 12, Under 14, Under 16 e Under 18, compagini giovanili che, al di là delle mete di spessore raggiunte, hanno saputo gettare il cuore oltre l’ostacolo, superando in modo brillante momenti di difficoltà. Applausi per i rappresentanti delle squadre di pallavolo e applausi per la prima squadra degli Etruschi. Momento particolarmente toccante quando al capitano Alberto Mazzoni (che deve ora appendere le scarpette al chiodo per raggiunti limiti di età) è stata consegnata la ‘sua’ maglia verde-amaranto numero sei. Non sono mancati applausi anche per il trequarti Simone Campisi, talentuoso trequarti rugbisticamente nato e cresciuto negli Etruschi, che passa in forza all’Union Tirreno Piombino e dunque viene ‘promosso’ in serie B.

Riproduzione riservata ©