Ai 4 Mori il Natale è targato Lions

Mediagallery

Natale, per la grande famiglia dei Lions Amaranto Livorno, è giunto con 12 giorni d’anticipo. La società labronica è andata in meta, con una splendida festa, andata in scena nella mattinata di domenica 13 al teatro 4 Mori. Coinvolti, in un momento conviviale ottimamente organizzato, gli oltre 200 giocatori amaranto (dagli ‘old’ agli under 6), con relativi tecnici, dirigenti e familiari. Affollatissimo il teatro. Per una volta gli atleti Lions non hanno indossato maglie da gioco e scarpette, non sono stati protagonisti di mischie e placcaggi, ma si sono simpaticamente distinti come ‘attori’, con tanto di travestimenti. Sotto la perfetta regia di Emanuele Bertolini (l’attivissimo consigliere amaranto, che insieme a Mauro Fraddanni fondò il primo gennaio 2000 il club labronico), sono saliti sul palco dello storico teatro livornese tutti gli atleti delle formazioni amaranto. I piccolissimi atleti under 6, i piccoli under 8, gli under 10, gli under 12, gli under 14, i giocatori della prima squadra e i non più giovanissimi giocatori della rappresentativa ‘old’ – attiva nel campionato di categoria – hanno interpretato alcuni noti personaggi dei fumetti (Topolino, l’Uomo Ragno, i Fantastici Quattro e non solo). Al termine delle applauditissime recite, tutti i giocatori-attori sono stati chiamati sul palco, per ricevere in dono dalla società simpatici omaggi. Infine è stato proiettato un (bellissimo) filmato con significative immagini delle varie squadre dei Leoni impegnate sui vari campi da gioco. E’, quella del sodalizio labronico, una storia già ricca di allori. Al di là dei tre campionati vissuti dalla prima squadra in B (l’obiettivo è quello di tornare al più presto nella serie cadetta..), nelle fila amaranto sono rugbisticamente nati e cresciuti tanti atleti che poi hanno spiccato il volo verso le nazionali giovanili e verso il professionismo. Quando, il primo gennaio 2000, Mauro Fraddanni ed Emanuele Bertolini fondarono i Lions, mai avrebbero immaginato di ottenere così tante belle mete, nell’arco di appena tre lusti, di riuscire a riempire un prestigioso teatro, come quello dei 4 Mori, e di vedere sul palco così tanti atleti-attori…

Riproduzione riservata ©