Pro Livorno Sorgenti, un pari scoppiettante con Piombino

Mediagallery

di Gianni Picchi

PRO LIVORNO SORGENTI – A.PIOMBINO 2-2

Pro Livorno Sorgenti ( 4-3-3) Anzano, Brilli, Quaglia, Cammellini,  Verzoni,  Raffalli ( 74’ Colombini)  Fiorenzani, Verani, Botti ( 28’ Domenici) Brondi ( 65’ Ferrini) Giusti 12 rtorelli 13 Mori 16 Bertolla All. Viterbo

A.Piombino ( 4-4-1-1) Favilli, Consiglio, Paini, D’Amato, D’Acunto,  Baccaro, Persico, Cinquemani ( 46’ Ricca) Ulivieri, Sposato ( 85’ Piscopo) Franci ( 58’ Stefanini) 12 De Domenico 13 Camilli 16 Olsi  All. Mazzini

Arbitro: Gionfriddo di Pisa

Reti: 12’ Raffalli 67’ Ulivieri 91’ D’Acunto (aut.) 92’ Piscopo

LIVORNO –  Correva il 92’, la Pls è in vantaggio di due reti ad una. Una palla ricacciata dalla trequarti ospite cade sulla tre quarti opposta, dove Piscopo è dietro ai difensori amaranto, almeno di una decima di metri. Nessun fischio. Piscopo continua entra in area e batte Anzano in uscita. I giocatori fanno cerchio, e non come quello di mister Nicola, ma il signor Gionfriddo, con tanto di sorriso, non ascolta, e fa riprendere il gioco dal centro. Poteva essere la vittoria per riaprire un campionato.

Il Piombino scende al Gymansium da capolista e forte del suo bottino di 37 gol fatti. Una garanzia; ma il campo ha parlato un’altra lingua. Basti dire che il migliore in campo è stato il nuemero 1 neroazzurro, Favilli, che almeno in quattro situazioni ah fatto in modi che i giocatori piellissini non gridassero…gooool.

L’unico rammarico per la compagine di mister Viterbo, è non averla chiusa con le occasioni create. Ma i portieri ci sono per non farsi superare.

Il Piombino ha dimostrato tutta la sua forza di quadra, e nona caso è lassu’, piu’ in alto di tutte. Ben messa fisicamente, con un centrocampo arcigno e consapevole di avere davanti giocatori come Sposato ed Ulivieri, non da meno il subentrato Piscopo, veloci e tecnicamente ottimi, per questo lavorano con lanci per favorire le caratteristiche di compagnai citati.

Tutto questo non ha spaventato la Pls. Per tutta il primo, e gran parte del secondo tempo, ha comandato il gioco, senza che Anzano potesse mettere in luce le sue doti. Solo una decina di minuti alla metà della ripresa si è trovata in difficoltà; ma ,subito dopo ha continuato il suo gioco.

Adesso è terzo posto, anche se in compagnia, a 5 punti dai neroazzurri, e sei dal Castelbadie balzato in testa per la vittoria sul Cenaia. Ma il campionato è sempre lungo, e di tempo, per migliorare, ce n’è.

Le Reti

12’ Vantaggio Pls. Punizione sulla trequarti in area ospite. Palla sul secondo Palo. Raffalli sale piu’ in alto d tutti e, di testa, mette palla sotto la traversa.

67’ Pareggio Piombino. Imbucata centrale al limite dell’area di rigore. Ulivieri si incunea tra i due centrali, entra in area e batte Anzano.

91’ Vantaggio Pls. Rimessa laterale, da fascia destra. Palla in area. Mucchio. D’Acunto nell’intento di liberare, mette nella sua rete.

92’ Pareggio Piombino. Palla da dentro la metà campo ospite, calciata in profondità. 20 metri fuori dell’area di rigore, in netto fuori gioco, al meno una decina di metro dietro all’ultimo difensore, Piscopo. La linea difensiva piellesisna si ferma. Piscopo continua la corsa entra in area e batte Anzano in uscita. Inutile le proteste amaranto.

Risultati 14° Giornata

Castelbadie – Cenaia             2-1

Forcoli – Roselle                    2-1

Barbanella – C.Fiorentino      3-1

PLS – A.Piombino                   2-2

S.Miniato – Gracciano                       2-4

S.Cecina – A.Picchi                 1-1

Valdarbia – Antignano                       0-2

V.Mazzola – Venturina                      5-2

CLASSIFICA: Castelbadie 31 /// A.Piombino 30 /// PLS, Valdrabia, Forcoli 25 /// Antignano 24 /// Cecina 23 /// V.Mazzola 19 /// A.Picchi, Cenaia 18 /// Gracciano 17 /// S.Miniato 16 /// Roselle 11 /// Castelfiorentino 10 /// Barbanella 8 /// Venturina 7

Prossimo Turno

Antignano – Forcoli+

A.Picchi – S.Miniato

A.Piombino – Cecina

Gracciano –Barbanella

C.Fiorentino – Castelbadie

Roselle – V.Mazzola

Venturina – PLS

 

Riproduzione riservata ©