Partite truccate: indagato un altro amaranto

Mediagallery

Dopo il nome di Alessandro Bernardini, spunta un altro giocatore amaranto nel registro degli indagati per la partita del 2 maggio tra Catania e Livorno finita 1-1. La procura siciliana avrebbe infatti firmato un avviso di garanzia nei confronti del centrocampista livornese Marco Moscati. L’atto tuttavia non sarebbe stato notificato poiché il giocatore si troverebbe in questi giorni all’estero in vacanza. Come già per la posizione di Bernardini anche quella di Moscati resta tuttavia da chiarire e verificare, anche perché la partita in questione, a differenza di tutte le altre finite nel mirino degli inquirenti, non finì con una vittoria degli etnei ma con un pareggio, dopo che gli amaranto erano stati costantemente all’attacco per rimediare lo svantaggio per tutto il secondo tempo. Da parte loro, gli inquirenti, mantengono il più assoluto riserbo sugli elementi raccolti, senza essere tenuti per il momento a fornire alle società interessate alcuna informazione.
La posizione del Livorno Calcio sarebbe in ogni caso marginale e resta difficile immaginare una responsabilità oggettiva della società che alla luce dei fatti, se confermati, rischierebbe al massimo uno o due punti di penalizzazione nel prossimo campionato.

Riproduzione riservata ©