Pallanuoto. Vittoria preziosa per Nuoto Livorno

Mediagallery

Nuoto Livorno 9
Lerici Sport 1954 6
NL: Sofia, Benassi, Biasci (2), Lampredi (1), Samminiatesi (1), Pelosini (1), Pizzo (1), Ungarelli, De Zordi (2), Mellacina (1), Turrini, Toninelli, Graziani. All. Romano.
LERICI: Fantoni, Borchini, Maraica, Fajette, Zaric, Capurso, Virdis (2), Ferrari, Cimarosa (1), Bertagna (2), Palese (1), Vittori, Faita. All. Rossi.
Arbitro: Franceschini.
Parziali: 3-0, 2-3, 3-2, 1-1

Sette realizzatori, e un avvio da grande squadra. Ordinato, fluido, efficace. Che non ha lasciato scampo al Lerici Sport 1954 (formazione imbottita di giovani talenti liguri). Merito di una Nuoto Livorno che strada facendo si è calata nel campionato nazionale di Serie B (pallanuoto) collezionando la seconda vittoria casalinga consecutiva, la seconda nelle ultime tre settimane: ad Aragno sette giorni fa, infatti, la banda di Federico Romano fu costretta ad arrendersi nonostante una prestazione da 8 in pagella, ulteriormente arricchita nei confronti del Lerici (9-6).
Decisivo dunque l’avvio scoppiettante in casa labronica, frutto della rete spacca equilibrio di Luca Biasci (3-0 alla prima sirena); nella seconda frazione i liguri giocano la carta dell’orgoglio, ma il break di 0-2 è prontamente rintuzzato dalle giocate di capitan Pizzo, Lampredi e Samminiatesi.
Il copione non cambia nella ripresa, la Nuoto Livorno attacca e Lerici si difende come può al cospetto dell’ennesimo centro di Pelosini e dei colpi di bomber De Zordi, mentre Sofia arpiona ogni pallone vagante, per non parlare delle numerose conclusioni di Virdis e soci; nella quarta frazione il ritmo cala a vista d’occhio (1-1) e la NL festeggia i 3 punti di fronte alla consueta bellissima (e stipata) cornice della piscina “Camalich”.
“Senza dubbio una vittoria meritata – commenta Luca Biasci, calotta numero 3 – siamo stati capaci di dominare Lerici in ogni zona del campo e soprattutto fin dalle primissime battute; peccato per alcuni piccoli blackout, ma adesso abbiamo due settimane per lavorare duro e colmare questi vuoti. Poi alla ripresa ci aspetta un altro scontro diretto nella tana della Dinamica Torino, servirà tanto cuore ma l’obiettivo è mettere ulteriore fieno in cascina per continuare la nostra marcia verso la salvezza”.
Classifica. Crocera Stadium 15, Sportiva Sturla 11, C.N. Sestri 10, Aragno Rivarolesi 9, Rapallo Nuoto 9, R.N. Cagliari 7, Nuoto Livorno 6, Lerici Sport 1954 1, Dinamica Torino 1.

GIOVANILI

Acquatica Livorno 7
Etruria Nuoto 3
ACQUATICA: Zanfagna, Salvini, Paci (1), Dini (1), Falcinelli (3), Incontrera, Biocca (1), Carnevali, Andreini, Albanese (1), Del Freo, Giannini, Pasquetti. All. Cossettini.
Parziali: 3-1, 1-1, 1-1, 2-0

L’Acquatica Livorno Under 20 cala il tris e falcia i pari età dell’Etruria Nuoto (Empoli) al termine di una gara gestita nel migliore dei modi, complice un avvio assai solido sia sotto il profilo del gioco che del risultato (doppio vantaggio all’8, 3-1); perfetta parità nel secondo e terzo (1-1), in attesa di una nuova sfuriata che vale il 7-3 finale. Molto bene la difesa (12 volte uomo in meno), spettacolo al gol di Biocca: Falcinelli in boa, spalle alla porta con due avversari appiccicati, smarca il talento dell’Under 17 che a tu per tu con il portiere spinge la palla in rete.
Prossimo avversario la N.G.M. Firenze, sempre alla “Camalich” domenica mattina.

Acquatica Livorno 0
Rari Nantes Florentia “A” 18
ACQUATICA: Giaschino, Andreini, Giannini, Biocca, Carnevali, Del Freo, Simonetti, Greco, Radano, Arpesani, Tranchino, Baldanzi, Di Naso. All. De Prophetis.
Parziali: 0-3, 0-6, 0-3, 0-6

Semaforo rosso per l’Under 17, caduta sotto la grandinata di reti della Rari Nantes Florentia, formazione “A” (0-18).
Rinviata la gara degli Under 15, mentre le giovanili della NUOTO LIVORNO hanno osservato un weekend completo di riposo.

Riproduzione riservata ©