Pallanuoto. Primo successo per NL

Mediagallery

Nuoto Livorno 9
Rari Nantes Cagliari 8
NL: Sofia, Benassi, Biasci, Lampredi, Samminiatesi (2), Pelosini (1), Pizzo, Ungarelli, De Zordi (4), Mellacina (1), Turrini, Toninelli (1), Graziani. All. Romano.
Parziali: 3-2, 3-3, 1-1, 2-2
Arbitro: Giacomo Scafidi

Stavolta il cuore, abbinato al divertimento e alla consapevolezza di avere le carte in regola per giocarsi la Serie B, si è guadagnato i 3 punti (i primi del campionato colti contro la Rari Nantes Cagliari per 9-8) e gli applausi dei 300 spettatori presenti sui gradoni della piscina “Camalich”.
Cuore Nuoto Livorno, di una società che in appena due anni è riuscita a mettersi in tasca due promozioni consecutive attraverso il sudore e il lavoro quotidiano spargendo nuovamente nei dintorni di via Allende la passione per uno sport dalle grandi tradizioni (il vivaio in costante crescita lo conferma).  Cuore di Federico Romano, il coach, il faro del progetto. Capace di telecomandare la squadra anche nei momenti di difficoltà e trasmettere motivazioni in loop. Cuore di Daniel Pizzo, il capitano. Silenzioso, ma incredibilmente esperto ed efficace in ogni giocata. Cuore di Giovanni Sofia, saracinesca al termine del terzo tempo quando una massima punizione respinta sulla traversa avrebbe invece potuto cambiare l’inerzia di una battaglia sempre condotta dai livornesi, salvo lo 0-1 iniziale. Cuore del gruppo, dei veterani Michele De Zordi (poker al Cagliari), Jacopo Toninelli, Luca Biasci, dei nuovi che avanzano tipo Leonardo Samminiatesi (doppietta di quelle che fanno male), di Luigi Mellacina, Nicola Turrini, Pelosini (unico a segnare sempre in questo avvio di torneo), Lampredi, Benassi, Ungarelli e Graziani.
E cuore del presidente, Carlo Chelli, che in settimana aveva invitato la squadra a divertirsi. Senza pressione alcuna. Sottolineando che se la grande pallanuoto è tornata a Livorno il merito è solo ed esclusivamente dei soggetti sopra citati. Avanti così. Avanti verso la trasferta di Genova sul campo d’acqua dell’Aragno Rivarolesi, prima di far ritorno all’ombra dei Quattro Mori e affrontare il Lerici Sport.

nuotolivorno_u17

GIOVANILI

Acquatica Livorno 13
Uisp Castelfiorentino 4
ACQUATICA: Zanfagna (1), Salvini (1), Paci (2), Dini (3), Falcinelli (1), Del Freo (1), Biocca (1), Incontrera (1), Andreini, Albanese (1), Giovannoni (1), Giannini, Pasquetti. All. Cossettini.
Parziali: 3-0, 2-1, 5-2, 3-1

Sulle orme della prima squadra, anche l’Acquatica Livorno Under 20 rompe il digiuno rifilando ben 13 gol ai pari età dell’Uisp Castelfiorentino (13-4); primo quarto da 10 e lode per i ragazzi di Luca Cossettini (3-0), preludio a una gara in totale controllo che subisce un ulteriore impennata nella ripresa con un break 8-3.  Da sottolineare i 10 elementi della squadra iscritti al tabellino dei marcatori con almeno una gioia personale.

Rari Nantes Florentia “B” 4
Acquatica Livorno 2
ACQUATICA: Muller, Andreini, Biocca (1), Carnevali, Del Freo, Giannini, Greco, Samperisi, Simonetti, Lazzeretti, Radano (1), Baldanzi. All. De Prophetis.
Parziali: 0-0, 2-0, 1-1, 1-1

Nuoto Livorno 12
Club Nautico Carrara 10
NL: Paoli T., Luzzi, Silvestro, Paggini, Viani (1), Canigiani, Paoli M. (1), Fachinetti, Salvini (2), Florio (3), Bernini (1), Pascali, Fantini (4). All. Paoli.
Parziali: 3-1, 1-2, 3-2, 5-5

Lotta, ma non firma il miracolo la formazione Under 17 fermata in quel di Firenze, sponda Rari Nantes Florentia “B” (4-2); ad una prima parte sottotono (2-0) è infatti seguita una reazione d’orgoglio difensivo che, tuttavia, non è bastata per ribaltare il risultato.
Vittoria ad alto punteggio, invece, per la Nuoto Livorno che si è imposta sul Club Nautico Carrara per 12-10 grazie a un’ottima prestazione del collettivo guidato dal tandem Florio-Fantini (7 reti complessive).

Riproduzione riservata ©