Nuoto Livorno, bilancio ottimo a Riccione

Mediagallery

Federico Turrini qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro e gli Europei di Londra, Sara Franceschi e Martina De Memme per gli Europei di Londra (16-22 maggio); bilancio extra lusso per la NUOTO LIVORNO ai recenti trials di Riccione, una settimana d’intense soddisfazioni e anche di qualche piccola delusione. Ma lo sport – nuoto compreso – è fatto di tantissime sfumature. E non sempre può andare tutto liscio. E’ il caso di Chiara Masini Luccetti – campionessa d’Europa e vice campionessa del mondo in carica con la 4X200 Stile Libero – al momento escluso dal quartetto che rappresenterà l’Italnuoto in Brasile. L’allieva di Stefano Franceschi (tecnico federale e capo allenatore NL) non farà parte della staffetta di Londra essendo giunta sesta nella finale di Riccione, ma è già tornata in acqua e seguirà un percorso d’avvicinamento al Trofeo “Sette Colli” stabilito di comune accordo tra lo staff federale e Franceschi. Perché salvo Pellegrini e Mizzau (qualificate nominalmente) i giochi sono ancora tutti aperti, e soprattutto perché non c’è sconfitta nel cuore di chi lotta.
Per il resto, la sette giorni sulla riviera ha celebrato un Turrini di 10 e lode, capace di timbrare il terzo tempo al mondo stagionale nei 400 Misti e di mettersi in tasca la sua seconda partecipazione olimpica. Medesima analisi e scrosci di applausi per la Franceschi, capace di prendersi l’argento nei 400 Misti condito dal pass continentale (record personale ritoccato di 7 secondi…) e di nuotare ben 4 Finali A (50 Farfalla, 100 Dorso, 200 e 400 Misti). Voto alto anche per la De Memme – tre bronzi nei 200, 400 e 800 Stile Libero – chiamata, dunque, a difendere il titolo europeo della 4X200.

Ma il prestigio del pianeta Nuoto Livorno è dettato anche dai traguardi di squadra, non solo dai risultati dei big. E lo certifica la leadership conquistata dal team maschile nel campionato di Serie A2 e dal quinto posto del team femminile in A1 (Coppa “Caduti di Brema”); incredibili Turrini e Matteo Ciampi (autori di 6 gare in una giornata), Lorenzo Torre, Filippo Dal Maso (devastante il suo Criteria Giovanile un paio di settimane fa…), Dario Verani (al personale nei 1500 Stile Libero vasca corta, dopo l’exploit nei 5000), Leonardo Palla, Martina Dini (record personali in vasca lunga e corta), Francesca Bertotto, Alessio Muri, Luca Mauri e Susanna Negri, mezzofondista di stanza a Livorno ma tesserata per il Team Lombardia. Il suo Assoluto non è andato malaccio, anzi: 2’12 nella finale dei 200 Farfalla, un po’ meno bene i 400 Misti e botto nel campionato a squadre con due primati personali (4.05 e 4.36 rispettivamente nei 400 SL e nei 400 MX).

Coppa Latina. Finiti gli Assoluti, è pronto un maggio all’insegna dell’azzurro: lo stesso Ciampi, infatti, è decollato ieri mattina alla volta di Calì (Colombia) per prendere parte alla XXV edizione della Coppa Latina con la nazionale Cadetti (4 maschi e 4 femmine): “Matteo è stato una gran bella scoperta per tutti noi, perché oltre ad essere un grande atleta è soprattutto un ragazzo molto intelligente oltre che simpatico, un uomo squadra”, ha tenuto a precisare il presidente Chelli.

Energy Standard Meet. Ma il primo impegno internazionale, anche se in Italia, andrà in scena il prossimo weekend a Lignano Sabbiadoro: toccherà a Sara Franceschi, Filippo Dal Maso e Francesca Bertotto (debutto con la cuffia azzurra) portare in alto i colori del Nuoto Livorno all’interno di un contesto di valore assoluti, basti pensare alle star Katinka Hosszu e Chad Le Clos. Un 4 nazioni (Francia, Gran Bretagna, Italia e Energy Standar Club…) per maturare esperienza e godersi una gran bella avventura in azzurro.

Riproduzione riservata ©