De Memme conclude una super Universiade

Mediagallery

Martina De Memme conclude la sua super Universiade con il quarto posto negli 800 SL (8’38”66); per l’atleta di casa Nuoto Livorno la consueta gara d’attacco – in testa fino al passaggio dei 200 metri – salvo poi essere risucchiata dalla bracciate della compagna di nazionale Martina Rita Caramignoli (argento in 8’28), della statunitense Vrooman (oro in 8’26) e dell’australiana Melverton (8’31). Nell’edizione precedente a Kazan 2013 le medaglia per l’Italia erano state 13 (2 ori, 2 argenti, 9 bronzi); a Gwangyu 2015 la comitiva azzurra ha toccato quota 14 (2 ori, 7 argenti, 5 bronzi); l’ottima prestazione della nazionale di nuoto in Corea del Sud si legge anche attraverso le statistiche che indicano 41 presenze in finale rispetto alle 40 gare in programma, di cui 36 individuali (19 femminili e 17 maschili) e 5 di statteffa (3 femminili e 2 maschili). La squadra femminile ha inserito in finale almeno una nuotatrice in tutte le gare ad eccezione dei 200 dorso, gara nella quale Carlotta Zofkova ha rinunciato a disputare le semifinali. La squadra maschile ha avuto almeno un finalista in 15 delle 20 gare non conseguendo un piazzamento nei primi otto posti soltanto negli 800 stile libero, 100 rana, 200 e 400 misti e 4×100 mista.

Riproduzione riservata ©