Assoluti invernali: a Riccione l’ultima fatica della NL

Mediagallery

Ultime fatiche, di un 2014 spumeggiante. Ricco di sorrisi, medaglie. Una stagione che ha portato in dote il primo podio internazionale di Federico Turrini (bronzo nei 400 Misti agli Europei di Berlino) e il titolo di Chiara Masini Luccetti nella 4X200 Stile Libero. Traguardi di una lussuosa piramide che la Nuoto Livorno cercherà di puntellare ulteriormente negli ultimi due appuntamenti ufficiali previsti dal calendario federale: i Campionati Italiani Assoluti Invernali (19-20 dicembre a Riccione) e la Fase Regionale della Coppa Brema in programma domenica a Livorno. Sulla riviera adriatica infatti si esibirà l’elite del nuoto azzurro, comprese le frecce del club labronico e in particolare Martina De Memme, attesa da un primissimo riscatto e già proiettata su un 2015 importante con l’obiettivo di riprendersi la cuffia azzurra che nell’estate del 2013 la vide primeggiare a Giochi del Mediterraneo, Universiadi e Mondiali di Barcellona. Dunque riflettori accessi su Turrini e Masini Luccetti, Sara Franceschi, il debuttante nei 50 Stile Libero Lorenzo Torre, Leonardo Palla, Luca Mauri, Denise Cavallini, Matteo Tomellini, Nicola Bolzonello, Nico Manoussakis e Giulia Olmastroni, oltre a Riccardo Maestri e Susanna Negri di stanza a Livorno ma rispettivamente tesserati per Gestisport e Team Lombardia. Questo l’arsenale iscritto alle gare individuali, mentre un fitto gruppo di atleti salirà a Riccione per respirare la magia di un Campionato Assoluto (in staffetta) e mettere nel bagaglio dell’esperienza una gara popolata dai big, molti dei quali protagonisti un paio di settimane fa ai Mondiali di Doha. E nella fattispecie ci riferiamo ad Alessio Muri, Teresa Tempesti, Sara Terreni, Michele Abagnale, Giordano D’Ecclesiis e Marco Bartolommei. Atleti che domenica 21 dicembre torneranno ad essere protagonisti appunto nel Campionato a Squadre: in palio la qualificazione alla Serie A1 o alla Serie A2 con successiva finale prevista in aprile. L’obiettivo è mettere insieme quanti più punti possibile, dare l’anima per se stessi e per un club che negli ultimi anni ha sempre dimostrato di stare tra i migliori d’Italia.

 

Riproduzione riservata ©