Campionati regionali assoluti invernali: stupisce Nuoto Livorno, 2° nel medagliere

Mediagallery

Un secondo posto che profuma di vittoria: quale miglior titolo per raccontare lo spettacolare weekend di nuoto andato in scena alla piscina de “La Bastia” con i Campionati regionali assoluti invernali.

Una due giorni che ha visto la Nuoto Livorno aggiudicarsi il secondo posto nel medagliere (10 ori, 19 argenti e 5 bronzi) e nella classifica generale (2454 contro 2514 di oltre 70 atleti iscritti) alle spalle solo della Florentia Nuoto Club, neonata società dalla fusione di Rari Nantes e Fiorentina; dunque ecco svelato il motivo per il quale le prestazioni dei livornesi assumono un valore aggiunto, senza contare l’assenza di Federico Turrini impegnato ai Mondiali di Doha. Detto questo, il team livornese si è distinto con la capofila Martina De Memme (1’59 nei 200 Stile Libero, 4’11 nei 400), il mezzofondista Dario Verani che nei 1500 è riuscito a migliorarsi di quasi 30 secondi (da 15’45 a 15’17!), il giovane velocista Lorenzo Torre (22’’61 nei 50 Stile Libero, tempo limite per la qualificazione agli Assoluti di Riccione il 19-20 dicembre), Michele Abagnale (primati personali raggiunti nei 100 e 200 Stile Libero), Alessandro Tedesco, in splendida condizione di forma e protagonista nei 200, 400 Misti e 200 Dorso.

Tra i “piccoli” show di Filippo Dal Maso, classe 1999, autore di una frazione lanciata da 1’51 nella 4X200 Stile Libero (1’53 basso nella gara individuale) e di un ottimo 4’28 nei 400 Misti, e Sara Franceschi (anche lei Juniores) capace di mettersi al collo i primi due titoli Regionali Assoluti Invernali in carriera nei 50 Rana e 100 Misti (da aggiungere al miglioramento nei 400 Misti); in crescita anche i dorsisti Tomellini e D’Ecclesiis, il mistista Luca Mauri, il velocista Leonardo Palla e il sorprendente Lorenzo Matteoni, 1’03’’30 nei 100 Rana, per non parlare della fittissima rete di talenti di emergenti del vivaio labronico (Morelli, Lombardi, Terreni, Scarpa, Dani, Muri, Tempesti tanto per citarne alcuni…), tutti in grado di far fermare il cronometro su tempi eccellenti

“Per noi che non siamo mai stati amanti delle statistiche e che non abbiamo mai pensato che quello fosse il parametro per valutare la prestazione del collettivo – fa presente il presidente Carlo Chelli – questo secondo posto vale oro; vale tantissimo perché è un condensato di prestazioni che ci danno ancora e sempre di più la misura della crescita dei nostri ragazzi. I titoli sono arrivati con De Memme, Franceschi, Torre, Verani e Abagnale, e tra loro soltanto Martina era stata già vincitrice in passato. Di seguito numerosi podi con Tomellini, Tedesco, D’Ecclesiis, Olmastroni, Dini, Matteoni, Filippo Dal Maso e Palla, oltre a tutte le staffette.La nostra storia ci’nsegna che soltanto attraverso la condivisione degli obiettivi di squadra si possono raggiungere i risultati individuali; ora sotto con i prossimi impegni, Assoluti Invernali di Riccione e Campionato a Squadre/Coppa Brema. Federico Turrini sarà dei nostri e Chiara Masini Luccetti potrà aggregarsi alle ragazze se saranno capaci di passare il turno anche senza di lei”.

Riproduzione riservata ©