Motori, torna il Trofeo Miramare: programma

La celebre gara di regolarità, patrocinata dall'AC Livorno e riservata alle auto storiche e moderne, festeggia il decennale di attività

Mediagallery

Per il prossimo fine settimana, non prendete impegni. Domenica 15 maggio si rinnova l’appuntamento con il Trofeo Miramare, la gara di regolarità turistica per auto storiche e moderne iscritte ad ACI Sport. Un evento che ormai è divenuto un vero ‘classico’ immancabile, in coincidenza con l’avvento della bella stagione. Il celebre ‘Miramare’, una competizione indetta e patrocinata dall’Automobile Club Livorno e organizzata dal Comitato ‘Trofeo Miramare’, è anche la seconda tappa valevole per il Trofeo Granducato Challenge.

Il secondo Campionato Toscano di Regolarità Turistica ACI Sport è difatti un circuito composto da sei sfide, apertosi lo scorso dieci aprile con il settimo Revival Country Raid Cortonese e destinato a chiudersi il sei novembre con la Rotondina d’Autunno.

percorso1L’Ente di via Verdi festeggia quest’anno un anniversario speciale, il decennale della manifestazione. Un tradizionale feeling ormai instauratosi tra la città dei Quattro Mori, in qualità di attraente meta turistica, e il mondo degli appassionati di quelle vetture che hanno scritte pagine indimenticabili nella storia dell’automobilismo, sportivo e non. Anche per i semplici curiosi, si tratterà di un’imperdibile occasione per vedere sfilare in lenta passerella questi bolidi d’annata tirati a lucido.

Il programma. A cavallo di sabato 14, una giornata dedicata al rituale delle verifiche e di domenica 15 maggio, la mattinata della gara, tornerà quindi ad animarsi il quartier generale logistico, installato all’interno del Camping Villaggio Miramare. All’altezza di via del Littorale 220 saranno ospitate la Direzione di gara, le verifiche (fissate per il pomeriggio del sabato tra le 15.30 e le 19 e la mattina della domenica tra le 8 e le 9), l’area di briefing, partenze ed arrivo (in agenda nella parentesi compresa tra le 9.30 e le 13) con relativa premiazione finale (prevista intorno alle 15.30).

Il vessillo dell’AC labronico sarà tenuto ulteriormente alto dal vice Presidente Marco Fiorillo e dal Consigliere Riccardo Heusch, entrambi per l’occasione protagonisti diretti dell’evento a bordo strada nei panni di esperti Direttori di Gara.

Il percorso. Essendo la gestione passata direttamente alla Delegazione Regionale ACI-SPORT, in palio da questo 2016 c’è anche il titolo di “Campione Toscano Regolarità Turistica”. La competizione, pur svolgendosi su strade aperte al traffico con velocità medie non superiori ai 40 km/h, si articolerà lungo un percorso composito. Un tracciato che diramandosi tra i tornanti della zona di Castelnuovo Misericordia e Nibbiaia sino a tornare a livello del mare all’altezza di Chioma e Quercianella, andrà a coprire i quasi 94 km, disegnato su ben 20 prove cronometrate con 4 controlli orari.

Riproduzione riservata ©