Mercato, per l’attacco (in attesa di Milevsky) idea Longo. Frenata per Bjarnason

di rcampopiano

Mediagallery

PAULINHO, PRONTO RINNOVO PER 5 ANNI, OK ‘EME’ – LEGGI

 

LIVORNO – Mentre gli amaranto sudano nel ritiro di Folgaria agli ordini di miste Nicola, la società è all’opera per garantire una rosa valida all’allenatore in vista di un campionato difficile come la serie A. Gli incontri con procuratori e direttori sportivi si susseguono ogni giorno, anche se prima di arrivare a mettere nero su bianco ce ne vuole. Sistemato in parte il capitolo delle cessioni, ora si guarda soprattutto agli acquisti. Bardi, Benassi e Piccini sono stati i primi e sicuramente ce ne saranno degli altri anche perché al momento la rosa è davvero ridotta ai minimi termini.

Ieri sembrava il giorno buono per l’islandese Bjarnason, ma alcuni intoppi ne hanno rallentato la trattativa. L’accordo con lo Standard Liegi (proprietario del cartellino) è già stato trovato sulla base di 300 mila euro per il prestito e 2 milioni per il riscatto. Il giocatore tuttavia è ancora combattuto sull’accettare l’offerta della squadra toscana, anche se l’impressione è che alla fine questo matrimonio si avrà da fare. Sempre per il centrocampo resta in piedi la pista che porta a Bolzoni del Siena e Strasser del Milan mentre oggi, 16 luglio, Spinelli avrà un incontro a Genova con Poulsen del Monaco. Gli ottimi rapporti del presidente con la società francese potrebbero favorire la trattativa. Dall’Ucraina invece è attesa una risposta da Milevsky; l’ultimatum scade il 20 luglio quindi il tempo stringe. Qualora l’attaccasse desse il classico due di picche la società si muoverà su altri obiettivi. Il primo di questi è rappresentato da Longo dell’Inter. Per quanto riguarda la difesa l’obiettivo numero uno resta Contini, ma l’Atalanta non vorrebbe cederlo solo in prestito visto che è ad un passo dal prendere Yepes. Infine con la Sampdoria si sta affrontando un discorso per il ritorno a Livorno di Gentsoglou e Fiorillo, quest’ultimo però è legato alla partenza o meno di Mazzoni.

Capitolo cessioni. Sistemati Molinelli, Dell’Agnello e Salviato, la società dovrà decidere il futuro di Mazzoni. Con l’arrivo di Bardi il portiere ha chiesto di essere ceduto, ma i moltissimi messaggi d’affetto su facebook stanno avendo effetto. Tuttavia il portiere vuole giocare titolare e Reggina, Ternana e Cremonese hanno sondato il terreno. Su Bigazzi c’è ancora il Modena anche se nelle ultime ora la pista si è raffreddata mentre il Carpi ha allentato la presa su Gemiti.

 

Riproduzione riservata ©