Livorno Rugby, domenica a Noceto

Mediagallery

Quando un allenatore, magari alla vigilia di una gara infrasettimanale di una competizione poco importante (‘schiacciata’ da due importantissime partite di campionato), tira fuori la frase fatta “Vogliamo onorare l’impegno”, dice – spesso e volentieri – una bugia. ‘Onorare l’impegno’, spesso e volentieri, nel mondo dello sport, significa l’esatto contrario: significa che nell’incontro in questione si cerca solo di limitare i danni in termini di infortuni e si evita di ‘spremere’ i migliori elementi. Diverso il discorso per il Livorno Rugby, che intende realmente – nel suo significato più stretto – onorare la sfida di domenica a Noceto. Il match in programma (ore 14,30, arbitro Fabio Taggi) alle porte di Parma non è decisivo per le sorti della stagione biancoverde. I ragazzi allenati da Igli Borsato, di fatto, entrando nella poule promozione, hanno già vinto il loro campionato. Il Livorno Rugby, evitando la poule salvezza, si è confermata la prima forza della palla ovale della costa toscana ed ha già messo al sicuro la permanenza in B.
rugbyIl tutto alla faccia delle difficoltà di inizio stagione, di una rosa quantitativamente povera di giocatori e dell’abbandono, all’inizio del torneo, di tanti atleti (anche ‘storici’). Tutta la squadra (composta da poche ‘chiocce’ e da tanti giovani e giovanissimi) ha gettato, nella prima parte dell’annata, il cuore oltre l’ostacolo. Il secondo posto colto nel girone 2 della poule 2 di serie B è un traguardo di grande spessore. Tutto quello che verrà ora nelle dieci giornate di poule promozione è da considerare di guadagnato. Al di là dei tanti motivi di amarcord legati a sfide ‘epiche’ con il Noceto, l’incontro in agenda in questa ultima domenica di gennaio si preannuncia difficilissimo per i biancoverdi. I parmensi, che hanno ottenuto, in scioltezza, il primo posto nel loro girone (quello composto solo da formazioni dell’Emilia Romagna) con un ruolino di soli successi (in 9 occasioni hanno anche colto il bonus aggiuntivo), possono presentare una formazione di primissimo piano per la categoria. I nocetani, che puntano al salto in serie A (al termine del girone di poule promozione le prime due disputeranno gli spareggi), possono contare in particolare su un pacchetto decisamente pesante. Il pronostico pende tutto dalla parte emiliana. I biancoverdi faranno di tutto per mettere il bastone fra le ruote agli antagonisti e ‘onoreranno l’impegno’, con la consapevolezza che questa poule promozione è un premio per tutto l’ambiente. Le dieci partite di questa seconda fase della stagione sono utilissimi per acquisire esperienze e crescere. A Noceto, i labronici potranno presentarsi pressoché al completo. Andrà a referto anche il pilone Bufalini, al rientro dopo una lunga squalifica. Fra i convocati anche alcuni ragazzi dell’under 18.

Riproduzione riservata ©