Livorno, mezzo sorriso nel triangolare. Ko con il Parma, riscatto col Perugia

di rcampopiano

Mediagallery

LIVORNO – Dopo la sconfitta contro il Pescara, il Livorno è tornato in campo per il  triangolare “Frankie Garge” dedicato al motociclista Antonelli. Oltre agli amaranto presenti anche Parma e Perugia. La prima partita è stata contro gli uomini di Donadoni che hanno prevalso per 1-0 grazie al gol di Amauri. Nella seconda partitella di 45′ il Livorno ha affrontato il Perugia di Lucarelli vincendo per 1-0 grazie ad un guizzo del giovane Bartalini nel finale. Luci e compagni hanno quindi chiuso la manifestazione al secondo posto, dietro al Parma che nell’ultima partita ha sconfitto 2-0 gli umbri. Il Livorno è apparso in netta crescita rispetto al ko dell’Adriatico anche se la condizione fisica, come giusto che sia, non è ancora al top. Il prossimo impegno sarà sabato contro l’Armando Picchi.

Parma-Livorno 1-0

Parma: Mirante, Rosi, Chisbah, A. Lucarelli, Paletta, Mendes, Parolo, Biabiany, Valdes, Amauri, Cassano. In panchina: Bajza, Mesbah, Morrone, Okaka, Palladino, Felipe, Sansone, Munari, Benaoulane, Marchionni, Acquah, Rispoli. All. Donadoni

Livorno: Bardi, Bernardini, Gemiti, Emerson, Greco, Valentini, Schiattarella, Belingheri, Luci, Paulinho, Dionisi. In panchina: Mazzoni, Ceccherini, Decarli, Lambrughi, Benassi, Piccini, Moscati, Murillo, Biasci, Bartolini, Diana. All. Nicola

Arbitro: Marini di Roma 1

Rete: 35′ Amauri

Perugia-Livorno 0-1

Perugia: Koprivec, Conti, Sini, Bijimine, Massoni, Comotto, Bationò, Eusepi, Nicco, Ayres, Twumasi. In panchina: Stillo, Massoni, Vitofrancesco, Zanchi, Mungo, Tozzi Borsoi, Ruci, Napolano, Sprocati. All. C. Lucarelli

Livorno: Mazzoni, Bernardini, Lambrughi, Ceccherini, Greco (35′ Bartolini), Decarli, Belingheri (5′ Benassi), Dionisi, Paulinho (5′ Murillo, 35′ Biasci), Luci (15′ Moscati), Piccini. In panchina: Bardi, Schiattarella, Gemiti, Emerson, Valentini. All. Nicola

Rete: 44′ Bartolini

In occasione del triangolare, Nicola ha avuto un incontro con il presidente e gli uomini di mercato per fare il punto della situazione. Inutile dire che l’allenatore si aspetta dei rinforzi a breve termine anche perché la settimana prossima ci sarà l’impegno di Coppa Italia. Pisa o Siena non fa differenza perché servirà una squadra pressoché completa (a maggior ragione se al Picchi arriveranno i nerazzurri). Quello che serve sono almeno quattro innesti di qualità, giocatori che sappiano cosa sia la serie A e che siano abituati a lottare con il coltello tra i denti. Per poter competere con le altre squadre che lotteranno per non retrocedere servono: un difensore, due centrocampisti e altrettanti attaccanti.

Per Lucarelli c’è stata una frenata legata all’ingaggio e quindi torna in auge con prepotenza Braghieri con il quale c’è già un’intesa di massima. Per la mediana, l’obiettivo numero uno è Biagianti. I contatti con il Catania sono serrati, c’è solo da convincere il giocatore ad accettare l’offerta del Livorno. Dall’Inter è attesa una risposta sul fronte Duncan mentre Molinaro probabilmente sarà un colpo last minute. Capitolo attaccanti: oggi scade l’ultimatum per Longo. O arriva oppure la società guarderà altrove (ieri però c’è stato un altro rifiuto)Liv. Lo svincolato Rocchi è più di un’ipotesi, ma l’ex laziale deve ridursi considerevolmente l’ingaggio. Dalla Francia infine danno per fatto il passaggio in amaranto di Dambelè.

Riproduzione riservata ©