Il Livorno affianco di “adotta una pigotta”

Mediagallery

Una mattina con l’Unicef. E’ stato presentato nella sede della famosa associazione benefica in piazza Attias, galleria Santa Elisabetta, il progetto “Per Natale adotta una Pigotta”. Per ogni pigotta comprata, un vaccino per un bambino del Terzo Mondo. Anche quest’anno l’Unicef ha prodotto le “Pigotte Amaranto” pupazzi di pezza ad immagine e somiglianza dei giocatori del Livorno. Per la squadra erano presenti Cristian Pasquato ed Arturo Calabresi. In prima fila anche la Cna locale con il responsabile Longobardi. Il presidente dell’Unicef provinciale Gagliardi ha introdotto così la conferenza: “Siamo lieti che la tradizione delle pigotte si rinnovi anche ques’anno. L’amicizia con il Livorno Calcio prosegue con successo del 1999 e siamo orgogliosi del loro sostegno e li ringraziamo anche oggi. La Società ed i giocatori ci sono sempre molto vicini: solidarietà e sport devono essere uniti e gli amaranto sono grandi testimonial per le nosre campagne umanitarie”.
“Siamo felici di essere qui – dice Calabresi – noi siamo dei privilegiati e spesso non ce ne rendiamo conto. Poter sostenere i bambini del Terzo Mondo ci riempie di gioia e felicità, è un piccolo gesto che speriamo possa servire come buon esempio”. “Io sono stato sempre vicino all’Unicef – sottolinea Pasquato, ed anche in occasioni di alcune mie ricorrenze personali abbiamo fatto bomboniere e regali con l’Unicef. Ho due bambini e sapere che con un piccolo gesto come l’acquisto di una Pigotta si possono aiuatare altri bambini che hanno bisogno attraverso una vaccinazione, mi riempie il core di soddisfazione”. Le Pigotte Amaranto saranno consegnate ai giocatori durante la festa del Coordinamento Club prevista per Lunedì 14 dicembre. Le Pigotte d Natale dell’Unicef sono in vendita alla sede Unicef di “Galleria palazzo Santa Eliabetta” alla’Attias in centro a Livorno

Riproduzione riservata ©