Nicola da Spinelli: “Possibile il suo ritorno”. In arrivo un esterno. I tifosi: stadio vuoto per 10 minuti

Mimmo Di Carlo è il nuovo allenatore del Livorno. Alle 14.30 conferenza stampa al Centro Coni per i dettagli. "Paulinho? Me lo hanno chiesto almeno quattro squadre, ma io non intendo cederlo". Belingheri verso Cesena

Mediagallery

Clamoroso. Il riavvicinamento di Nicola sembrava cosa fatta dopo le parole di ieri di Spinelli e invece da questa mattina (è ufficiale) Mimmo Di Carlo è il nuovo allenatore del Livorno.Il ds Capozucca ha telefonato al tecnico laziale proponendogli di assumere la guida della squadra e in poche ore si è raggiunto l’accordo. Alle 14.30 conferenza stampa al Centro Coni per i dettagli.

Aldo Spinelli, intorno alle 15 del 20 gennaio, ha incontrato a Genova Davide Nicola. Un incontro che doveva rimanere segreto. Perché questo faccia a faccia che tutti i siti web hanno subito rilanciato? Il patron potrebbe chiedere a Nicola di tornare in panchina. Oppure potrebbe volere un chiarimento circa il perché dello scarso rendimento della squadra che, come tutti sappiamo, non sta navigando in buone acque (ultimo posto a 13 punti).
E’ stato lo stesso presidente, intorno alle 17, a spiegarcelo (“L’ho convocato per capire perché la squadra, che era partita bene, ora si è inceppata. Insomma, una sorta di consulenza. “Possiamo ottenere la salvezza ma dobbiamo battere a tutti i costi il Sassuolo che rappresenta, per il Livorno, l’ultima spiaggia“.”). Poco dopo, verso le 19,15 (con la riunione ancora in corso), ecco il colpo di scena. Contattato da Quilivorno.it, Spinelli ha rivelato: “Possibile il ritorno in panchina di Nicola”. Tuttavia, non mancherebbero i dubbi da parte del tecnico piemontese che vuole precise garanzie.
Il tecnico senza giri di parole ha fatto capire che vuole rinforzi per provare a raggiungere un obiettivo, quello della salvezza, che ad oggi appare una impresa. E sul mercato il patron chiarisce: “In settimana arriverà un esterno sinistro (Castellini è praticamente certo, ndr). Cacia? Abbiamo già l’accordo con i dirigenti del Verona, che però devono sempre convincere il giocatore. Gli altri restano con noi. Paulinho? Me lo hanno chiesto almeno quattro squadre, ma io non intendo cederlo, almeno fino a che c’è una minima speranza di vedere la salvezza”. Per le altre mosse di mercato, da segnalare il sondaggio per l’attaccante Pozzi della Sampdoria. In uscita solo Belingheri: il trequartista è ad un passo dal Cesena. E il passaggio di metà del cartellino di Duncan al Torino che in cambio girerà D’Ambrosio all’Inter nell’affare Guarin-Vucinic. Il Chievo continua il pressing su Greco, il Padova su Gemiti.
La domanda viene spontanea: che farà Perotti? Subito dopo aver incontrato Nicola, il presidente ha avuto un lungo faccia a faccia con il dirigente-allenatore che ha messo sul piatto il suo mandato dicendosi disponibile a fare un passo indietro solo in caso che Nicola decida di tornare in panchina. Se così accadesse, Perotti tornerebbe a fare il direttore dell’area tecnica.

 

Riproduzione riservata ©