Ceccherini cuore amaranto: “Resto sempre qui. Vedo un Livorno da primo posto, attacco super”

Mediagallery

Terza stagione da protagonista per Federico Ceccherini. Cresciuto e plasmato da Nicola, il livornese è diventato ben presto un punto fermo della difesa. Che sia a tre o a quattro non fa differenza: lui c’è sempre e di lasciare l’amaranto non ci pensa nemmeno. Per Gautieri è pronto a inventarsi terzino. Se mantiene gli standard mostrati a Brescia allora la corsia destra può dormire tra due guanciali.

Lunedì c’è il Latina, l’hai visto in tv contro il Vicenza?
“Soltanto la sintesi. Nonostante fosse in superiorità numerica, i laziali hanno fatto fatica a conquistare un punto. Sono una squadra molto forte che gioca con il 3-5-2 proprio come il Brescia. Io e Lambrughi dovremo stare attenti sulle fasce perché al Rigamonti abbiamo permesso troppi cross”.

In estate sei stato vicino a lasciare il Livorno? 
“Qui ho passato due anni bellissimi e questo penso che possa essere quello della conferma. Poi come sempre l’ultima parola spetta al campo, ma io sono contento di essere restato qui. Questa è casa mia”.

Nasci come centrale, ora ti stai adattando a fare il terzino.
“In difesa ho ricoperto praticamente tutti i ruoli. Come terzino devo ammettere che non ho una grande spinta, ma in fase difensiva me la cavo e si è visto anche a Brescia. Magari giocando con continuità in questo ruolo posso migliorare partita dopo partita”.

Sei uscito dal giro dell’under 21. Come mai?
“Diciamo che non ci sono mai entrato del tutto perché non ho giocato neanche un minuto. La serie A mi dava una visibilità maggiore, ma l’anno scorso c’era molti giocatori anche della B. Spero di poter rientrare nel giro in vista degli Europei”.

Siligardi come lo vedi?
“A differenza di quello che ho sentito dire, lui si è sempre allenato con costanza. E’ logico che la serie A fa gola a tutti ma speriamo che lui la possa raggiungere con la maglia del Livorno addosso. Qui c’è una grande voglia di fare bene”.

Dove classifichi questo Livorno?
“Ha un attacco fenomenale perché basta leggere i nomi e capisci che in pochi possono vantare un pacchetto avanzato come il nostro. Il voglio mettere il Livorno al primo posto anche se dobbiamo restare con i piedi per terra”.

Te sei uno della vecchia guardia. Spinelli ha detto: “Se mantenevo quelli che ci hanno portato in A ci salvavamo”. Sei d’accordo?
“Alcuni ho visto che ci sono rimasti male che non sono stati riconfermati. Non voglio gettare la croce addosso ai nuovi arrivati perché anche loro si sono impegnati al 100%, però i giocatori che hanno vinto i playoff magari potevano dare di più a livello umano”

 

Riproduzione riservata ©