Cessione Livorno, Rosati è il nuovo nome. In serata la smentita

Mediagallery

 Domenica 11 maggio, nel giorno della retrocessione ufficiale della squadra, il presidente Spinelli lancia il sasso di nuovo nello stagno. “Giovedì ho un incontro con un’altra persona interessata all’acquisto del mio Livorno – ha detto il patron amaranto a fine partita – Non voglio fare nomi ma è una persona che ha già bazzicato il mondo del calcio”.
Stando alle così dette voci di corridoio (ben informate) il volto nuovo che spunta in questa nuova trattativa per la cessione della società potrebbe essere proprio quello dell’ex presidente del Varese, Antonio Rosati, 44 anni e leader di una holding che raggruppa vari settori, è stato il giovane presidente della società lombarda dal 2008 alla scorsa stagione. Poi un breve periodo al Genoa come vicepresidente. Insomma un uomo che il calcio lo ha masticato più volte. Adesso si dovrà capire se la pista che porta al nome di Rosati sia percorribile.
Il diretto interessato, però, smentisce: “Non capisco perché quando c’è una società in vendita venga fatto il mio nome. Conosco Aldo e Roberto Spinelli ma non c’è alcuna trattativa e io attualmente faccio ancora parte della dirigenza del Genoa. Livorno? E’ una bella piazza e mi spiace che la squadra sia retrocessa”.

 

Riproduzione riservata ©