Livorno, negli scontri diretti sei favorito

L'unico caso ostile è quello con il Chievo. Contro il Bologna sarà fondamentale la differenza reti generale

Mediagallery

La vittoria contro il Bologna può essere fondamentale per la lotta salvezza. Guardare per una settimana le ultime tre dall’alto verso il basso fa un certo effetto. Adesso l’obiettivo è trovare una buona continuità di risultati perché il calendario certo non aiuta il Livorno che deve ancora giocare contro corazzate contro Juventus, Inter, Milan (seppur con mille problemi) e Fiorentina. Ecco quindi che le prossime due sfide in trasferta contro Torino e Atalanta avranno un’importanza quasi paritaria del match contro il Bologna. Al termine del campionato mancano ancora dieci giornate, ma dare uno sguardo alla situazione scontri diretti non fa mai male.

Il regolamento – In caso di arrivo a pari merito contano nell’ordine i seguenti criteri: punti scontri diretti, differenza reti scontri diretti, differenza reti generale, maggior numero di reti segnate in generale, sorteggio. Dato da non sottovalutare è che le reti segnate in trasferta non contano doppio come invece avviene nelle altre competizioni e questo per il Livorno è solo un bene. Bene, ora andiamo ad analizzare la situazione degli amaranto contro le squadre che lottano per retrocedere.

Sassuolo – Qui si potrebbe parlare di trionfo totale. All’andata in Emilia arrivò la prima vittoria in campionato con un roboante 4-1 frutto di una delle poche giornate da ricordare per Emeghara che segnò una doppietta (grazie anche all’aiuto di Rosati). Al ritorno fu la prima volta di Di Carlo sulla panchina amaranto e finì in gloria: 3-1. Totale: 7-2. In caso di arrivo a pari merito: passa il Livorno.

Catania – Fondamentale la vittoria firmata Paulinho nel girone di andata. Una doppietta preziosa frutto anche delle indecisioni della difesa etnea. Tutti noi purtroppo sappiamo com’è finito il ritorno. Un 3-3 che grida ancora vendetta perché il Livorno andò in vantaggio per tre volte e per altrettante venne raggiunto. Totale: 5-3. In caso di arrivo a pari punti: passa il Livorno.

Bologna – All’andata gli amaranto giocarono forse una delle loro peggiori partite. L’1-0 finale però è stato in parte ribaltato dalla vittoria nella scorsa giornata per 2-1 firmata Benassi-Paulinho che ha rilanciato il Livorno verso la salvezza. Totale: 2-2. In caso di arrivo a pari merito: vale la differenza reti globale.

Chievo – Ecco l’unico tasto sicuramente dolente a meno di un miracolo. La cocente sconfitta per 3-0 all’andata (che a momenti fece rischiare a Nicola l’esonero) sarà difficilmente ribaltabile. Per andare sul sicuro bisognerebbe che Emerson e compagni vincessero con quattro gol di scarto. Difficile per non dire impossibile. Totale (parziale): 3-0.

Cagliari – In questa lotta per non retrocedere ci mettiamo anche la squadra sarda che comunque dall’alto dei suoi 29 punti corre meno rischi. All’andata finì 1-1 al Picchi con Luci che segnò il suo primo gol in serie A. Al Sant’Elia fu il trionfo del Livorno brasiliano grazie alle reti di Emerson e Paulinho. Totale: 3-2. In caso di arrivo a pari merito: passa il Livorno.

Riproduzione riservata ©