Schiaffo a Paulinho, 5 anni di Daspo

Mediagallery

Cinque anni di Daspo con la prescrizione dell’obbligo di firma al tifoso amaranto di 44 anni che ha dato uno schiaffo a Paulinho al termine dell’incontro Livorno-Lazio. P.L., si legge nella nota, “con un gesto fulmineo si è avventato contro il giocatore colpendolo parzialmente”. L’episodio, come sottolineano dalla questura, “non ha portato ad ulteriori e, sicuramente, più pericolose conseguenze per l’ordine e sicurezza pubblica e incolumità delle persone solo per la professionalità e l’immediato intervento degli operatori di polizia presenti sul posto. Il provvedimento – dicono dalla questura – si inserisce nella più ampia prospettiva del corretto svolgimento delle manifestazioni sportive garantendo sicurezza per chi vi assiste”.
Sulla vicenda è intervenuto lo stesso brasiliano ch ha twittato: “Mi dispiace per tutta questa situazione! Il gesto è stato ma non mi ha preso. Al di là di questo,siamo ancora vivi. Forza”. A Paulinho è arrivato anche il supporto di Valentini: “Siamo con te Pai, sei una brava persona!! Dio è con te!!”. Riguardo lo spiacevole episodio abbiamo contattato il presidente Spinelli, il quale ha detto: “Sono cose che non dovrebbero mai accadere, specie ad un giocatore come Paulinho. Ci ha salvato due anni fa, la scorsa stagione ci ha portato in A dove ha fatto molti gol. Il ragazzo non si merita questo trattamento ed è giusto che vada via”. Sul campionato della squadra il patron è lapidario: “Ormai non ho più nulla da dire”. Alcuni tifosi hanno anche creato una pagina facebook (“Io sto con Paulinho”, clicca qui per visualizzarla) in segno di solidarietà al bomber.

Riproduzione riservata ©