Il regalo per Natale? Il derby contro il Pisa

Mediagallery

A Natale quale regalo più bello per un tifoso livornese se non quello di battere il Pisa? Uno scenario difficile, ma non impossibile. Il ritorno della serie B a 22 squadre (dopo il fallimento del Siena era stato deciso di farla con 21 compagini) e le conseguenti esclusioni di Lecce, Reggina e Novara per illecito sportivo hanno acceso una vera e propria “faida” su chi debba essere riammesso tra i cadetti. Voci di corridoio danno il Pisa come grande favorito se si considera che il Padova è sprofondato tra i dilettanti e che la Juve Stabia non ha grandi titoli sportivi.
L’ipotesi della società nerazzurra non è campata in aria, ma si basa su dei criteri determinati dalla Figc. Il ripescaggio dipende per un 50% dalla classifica finale dell’ultimo campionato, per un 25% dalla tradizione sportiva della città e per un 25% dal numero medio degli spettatori allo stadio dalla stagione 2008-09 alla stagione 2012-13, oltre appunto al non aver commesso illeciti sportivi. Alla luce dei criteri poco importa se il Pisa è in Lega Pro. Le domande di riammissione possono essere presentate fino al 25 agosto, poi il consiglio federale emanerà la sua decisione. La squadra ripescata verrà inserita nel calendario nei giorni di riposo delle altre ventuno, e il Livorno, al momento, riposerà il 24 dicembre. Ecco dunque che si profila all’orizzonte il derby Livorno-Pisa (o Pisa-Livorno) alla vigilia di Natale.
Una volta ottenute le richieste di ammissione e stilata la classifica di merito sulla base di quelle voci si procederà a escludere le squadre che non potranno essere riammesse e si prenderà quella con il punteggio più alto.

Riproduzione riservata ©