Primavera, continua il periodo no. Passa anche la Roma

Mediagallery

Che ti succede Livorno? E’ questa la domanda che in molti si stanno chiedendo dopo l’ennesimo ko subito dalla banda di Zanetti. Un 1-0 pesante quello subito per mano della Roma che fa scivolare la Primavera addirittura all’ottavo posto della classifica. Una vera e propria involuzione quella subita da Biasci e compagni che rischia di rovinare quanto di buono fatto vendere nel girone di andata. Adesso raggiungere la fase successiva sembra davvero un’utopia. Occorrerà vincere le prossime partite a cominciare dalla trasferta di Trapani e sperare in qualche passo falso di Napoli e Catania.

Il match di Stagno non passerà alla storia per la sua spettacolarità, anzi. Le due squadre hanno dato vita ad una partita maschia e solo un guizzo nel primo tempo di Ferri ha permesso alla squadra di De Rossi di portarsi a casa i tre punti. Zanetti le ha provate proprio tutte, ma quando non è giornata si vede fin da subito e quando Castro sul finale ha sparato addosso a Proietti Gaffi la palla del possibile pareggio allora è giusto che finisca così. Nei minuti di recupero da segnalare il rosso diretto sventolato in faccia a Cannataro per proteste.

Livorno: Cirelli; Morelli, Tiritiello, Diana; Stampa (72′ Favilli G.), Borselli (46′ Castro), Cannataro, Simonetti, Ricci G.; Bruzzi (52′ Frati); Biasci. A disp.: Panicucci, Macera, Albamonte, Giudici, Cianci. All: Zanetti
Roma : Proietti Gaffi; Bălașa, Calabresi, Somma, Sammartino; Pellegrini, Adamo (86′ Boldor), Tibolla; Ferri, Vestenický (59′ Verde, 66′ Di Livio), Njiki Tchoutou. A disp.: Marchegiani, Montefalcone, Boldor, Marin, Masciangelo, Shahinas, Battaglia, Berisha. All: De Rossi
Arbitro: Manuele Verdenelli di Foligno
Rete: 13′ Ferri
Note: a
mmoniti: Biasci, Proietti Gaffi e Pellegrini. Espulso Cannataro al 95′ per proteste

Riproduzione riservata ©