Panucci: “Buona reazione, ma troppi errori”

Mediagallery

Alla vigilia, Panucci temeva molto questa partita perché la Pro Vercelli sul suo campo è difficile da battere. Il mister voleva una prova di carattere da parte dei suoi e in parte è stato accontentato: “La squadra ha avuto una grande reazione dopo lo svantaggio e nel secondo tempo abbiamo fatto noi la partita, ma serve esseer più cattivi negli ultimi venti metri e troppo fragili dietro. È stata fatta troppa fatica ad accorciare sui centrocampisti e questo ha messo in difficoltà la nostra retroguardia. Se fossimo stati più cattivi in certe situazioni avevamo fatto qualche gol in più e non ne avremo regalato due ai nostri avversari. Se vogliamo fare il salto di qualità dobbiamo cambiare”.

Tra i migliori in campo Jelenic: “Siamo soddisfatti ma anche arrabbiati perché abbiamo creato tante occasioni che non abbiamo sfruttato a dovere. Oggi ho visto dei miglioramenti sia a livello fisico che di carattere. Giocare si questo campo non è facile perché loro sono più avvantaggiati visto che ci si allenano sempre. La mia espulsione? Non c’era perché il braccio era attaccato al corpo”.

Ancora una prova in cabina di regia per Pires: “Purtroppo il pareggio ci va un po’ stretto perché potevamo uscire da qui con una vittoria che poteva essere utile in questo finale di stagione. Per quanto mi riguarda sono contento del mio rendimento perché, dopo un periodo di adattamento, ho imparato a giocare insieme ai miei compagni”.

Una prova così e così Emerson che però ha trovato il suo primo gol in campionato: “Era previsto che andassi a battere il rigore perché Vantaggiato non era abbastanza caldo. Sono contento di aver segnato, ma un po’ meno per com’è finita la partita. Potevamo fare qualcosina di più anche se errori tecnici si possono commettere durante la partita. Dietro troppo spesso siamo stati uno contro uno e quando sbagli la chiusura vai in difficoltà. Dovevamo essere più intelligenti a leggere alcune situazioni”.

Riproduzione riservata ©