Panucci: “L’arbitro? Un po’ permaloso”

Mediagallery

di Simone Panizzi e Riccardo Campopiano

La bella prestazione con cui il Livorno ha bloccato sul pari la seconda della classe ha ovviamente soddisfatto il tecnico amaranto Christian Panucci: “Sono orgoglioso del miei ragazzi, una grande prestazione al cospetto di una squadra che andrà dritta in Serie A. Siamo sulla strada giusta per tirarci fuori dalla situazione in cui siamo, ho visto una squadra grintosa, che ha dato tutto in campo. I ragazzi stanno bene fisicamente, non abbiamo concesso occasioni nitide al Crotone. Bisogna continuare a lavorare e stare sul pezzo”.
Riguardo all’episodio della doppia espulsione di Luci e Panucci da parte dell’arbitro Saia, l’allenatore spiega: “C’è rammarico, perché sicuramente Luci non voleva far male. Però agli arbitri dicono che quel tipo di entrate vanno punite con l’espulsione, perciò possiamo solo adeguarci. Per quel che mi riguarda, non ho mancato di rispetto a nessuna ma nella concitazione del momento il direttore di gara ha deciso di cacciare anche me”.

Felice per il punto conquistato anche Cazzola: “Gli applausi del pubblico a fine partita ci hanno riempito di orgoglio. La squadra ha dimostrato che quando vuole buttare sul campo tutto il cuore non è seconda a nessuno. Questa è stata una grande partita e sicuramente si tratta di un punto guadagnato. L’espulsione è stata una bella mazzata perché giocare tutti quei minuti in dieci non è stato facile. Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo dato tutto. La squadra è viva e sta bene e anche fisicamente regge bene. Siamo all’altezza della situazione”.

Schiavone applaude i compagni: “Nei primi minuti ci siamo resi spesso pericolosi. Poi con l’espulsione di Luci è stata in salita, ma siamo stati bravi a non indietreggiare. Noi abbiamo dimostrato di saper essere tosti. Volevamo vincerla a tutti i costi, ma per come si è messa si tratta di un punto d’oro. Ora però dobbiamo continuare a fare punti perché mancano poche partita. Da sottolineare anche le prestazioni di chi è entrato a partita in corso che ha dato l’anima come tutti noi”.

Il punto conquistato in Toscana avvicina anche il Crotone alla possibile promozione in Serie A a fine stagione. Così l’allenatore pitagorico Ivan Juric: “Nel primo tempo sembrava che qualche mio giocatore fosse addormentato, poi nella ripresa ci siamo svegliati e abbiamo proposto il calcio che voglio. Il punto ottenuto mi soddisfa a pieno, complimenti al Livorno per come ha interpretato la gara. Tutte le squadre adesso lottano per qualcosa e non è facile fare punti. Da parte nostra abbiamo un discreto vantaggio sulla terza in classifica, ma non dobbiamo mollare e tenere alta la tensione”.

Riproduzione riservata ©