Panucci, giorni decisivi. Eranio lascia

Mediagallery

Quale futuro attende il Livorno? Se lo stanno chiedendo in tanti, ma la risposta forse non la sa neanche Spinelli. Che da una parte vorrebbe vendere, dall’altra invece porta avanti il suo progetto senza guardare in faccia a nessuno. L’impressione è che resterà lui in sella alla squadra amaranto con una squadra che sarà creata con i soliti prestiti, scommesse e giovani. Inutile stare a sottolineare come, così facendo, non si fa altro che uccidere un entusiasmo che di per sé è già ridotto ai minimi storici. E in tutto questo che farà Panucci? Intanto il suo vice, Eranio, ha dovuto abbandonare la barca “per motivi personali” recita la versione ufficiale. Quindi oltre ai giocatori, il tecnico dovrà andare alla ricerca di un nuovo secondo sempre a patto che Panucci continui a guidare il Livorno. La volontà da parte sua c’è, ma accetterà le condizioni di Spinelli? Improbabile visto che il presidente è rimasto deluso dalla sua gestione e spera nelle dimissioni dell’ex Roma. Questa settimana ci dovrebbe essere il tanto atteso faccia a faccia tra i due. Se Panucci lascia, chi verrà al suo posto? Difficile a dirsi. Piace e non poco Asta, attuale tecnico del Bassano ma molto dipenderà da come finiranno i playoff di Lega Pro che vedono in finale proprio la formazione veneta. In alternativa ecco Giampaolo, da sempre abituato a lavorare con i giovani ma sotto contratto con la Cremonese per altri due anni. Da non escludere neanche le ipotesi Calori e Drago anche se quest’ultimo avrebbe già un accordo di massima con la Salernitana.

Riproduzione riservata ©