Panucci: “Non ho parole per i gol subiti”

Mediagallery

di Simone Panizzi e Riccardo Campopiano

Panucci, ancora una partita segnata da errori in difesa.
“La cosa più brutta è che abbiamo preso gol un minuto dopo aver segnato. Dobbiamo aumentare il lavoro sulla testa dei giocatori, abbiamo subito delle reti oggi che mi lasciano senza parole”.

La formazione iniziale non ha convinto a pieno, si pensava a Pasquato titolare.
“Ho scelto di giocare col 4-3-3, inserendo un giocatore bravo tatticamente come Jelenic piuttosto che Pasquato. Cristian preferivo giocarmelo come arma a gara in corso”.

La scossa dopo il passaggio a vuoto di Vercelli non è sembrata esserci.
“Nel primo tempo abbiamo girato palla ma eravamo lunghi e facevamo fatica a recuperare dopo gli errori. A Livorno si pensa di dover vincere tutte le partite 8-0 ma non è così. In campionato possiamo dire la nostra, ma ogni incontro è difficile perché troviamo squadre organizzate. Comunque a mio avviso non siamo andati male, la squadra a tratti ha fatto bene, dobbiamo solo evitare certi cali mentali”.

Nei venti minuti finali potevamo osare qualcosa in più una volta rimasti in dieci contro undici?
“Il Vicenza si è messo dietro e non era facile trovare spazi. Abbiamo provato a vincere ma non era semplice, loro sono una squadra esperta. Noi invece siamo una squadra giovane e a volte quando non troviamo tempi e modi delle giocate andiamo un po’ in confusione”.

Lucida l’analisi di Schiavone: “Dispiace aver preso un gol subito da rimessa laterale perché ci lavoriamo in settimana e sapevamo che D’Elia aveva una rimessa lunga. Quell’episodio ha cambiato la partita perché se restavamo in vantaggio allora potevamo gestire tutto quanto con più tranquillità. Questo ci insegna che dobbiamo restare più concentrati perché al primo errore vieni punito. La prestazione, scartando i 15 minuti di confusione della ripresa, è stata buona perché abbiamo sempre provato a giocare. Il punto conquistato ci deve far guardare con più ottimismo al futuro”.

Buona la prova di Vergara: “Il risultato non ci soddisfa, però la squadra ha lottato fino all’ultimo minuto. Oggi l’approccio è stato giusto perché siamo entrati in campo concentrati anche se abbiamo commesso due grandi ingenuità sui gol subiti”.

Primo gol in amaranto per Cazzola: “Sono felice per la rete dopo gli ultimi due anni dove di gioie ne ho avute poche. Peccato per la mancata vittoria perché oggi avevamo le carte in regola per poter portare a casa i tre punti. Alla fine sono mancate un po’ le energie ma è normale visto che in campo avevamo speso molto. Dispiace per come sono arrivati i gol del Vicenza perché in settimana lavoriamo tanto sotto l’aspetto difensivo. Dobbiamo migliorare perché non si possono commettere certi errori”.

Abbastanza soddisfatto il tecnico ospite Pasquale Marino, seppur contrariato per il gol di Vantaggiato: “Sono contento per la prestazione della squadra, ma abbiamo subito il secondo gol in modo evitabile e rivedendo le immagini anche in fuorigioco. A me interessa la personalità della mia squadra, siamo venuti qui a fare gioco e a proporci in avanti anche di fronte a una squadra come il Livorno che punta al salto di categoria”.

Riproduzione riservata ©