Panucci: ‘Filippini vice? Forse. Sì ai giovani di qualità’

Mediagallery

A margine della presentazione del ritiro di Acqui Terme, il tecnico del Livorno Panucci ha parlato della stagione che sta per cominciare. Il tecnico ha illustrato quelli che sono i suoi piani per il prossimo campionato senza risparmiare qualche frecciatina alla squadra con la quale ha chiuso al nono posto. L’allenatore sembra molto carico perché potrà lavorare con la squadra fin dal primo giorno.

Mister, partiamo dallo staff. Ci saranno novità?
“Quelli che avevo, ad accezione di Eranio, sono tutti confermati. Per quanto riguarda il mio vice ho avuto modo di parlare con Antonio Filippini. E’ stata una bella chiaccherata, ma alla società ho chiesto del tempo. Quel ruolo è di fondamentale importanza e voglio avere accanto a me la persona giusta. Non che Antonio non lo sia ci mancherebbe, ma preferisco avere ancora un po’ per decidere”.

Che tipo di Livorno sarà?
“Con il presidente e il ds Signorelli c’è stata molta sintonia. Sono d’accordo con il progetto dei giovani, purché siano di qualità. Poi ci deve essere il giusto mix di esperienza e allora in questo caso si potrebbero raggiungere gli obiettivi. L’anno scorso è mancata proprio questo, la qualità. Si faceva moltissima fatica a saltare l’uomo. Avete visto Perugia e Pescara? Non voglio fare nomi, ma se in rosa ci devono essere dei giovani, è giusto che siano così”.

Pensa che per la partenza del ritiro ci possano essere novità?
“Con Spinelli si è detto di fare un mercato intelligente. Vogliamo potenziare la rosa il prima possibile ma con criterio. Sarebbe importante avere qualche giocatore in più già nel ritiro”.

Ha fatto delle richieste alla società?
“Partiamo dal fatto che giocheremo sicuramente con i tre attaccanti quindi serve gente brava nell’uno contro uno e che corra sempre. In ritiro farò un lavoro specifico e alla fine tutti avranno fatto almeno 70 chilometri di corsa. Bernardini vorrei che restasse e c’è da mettere parecchie cose a partire dal centrocampo fino ad arrivare all’attacco. Sicuramente meno giocatori ci sono in scadenza e meglio è”.

Mazzoni sarà confermato nonostante quanto accaduto nelle ultime giornate?
“Io l’ho sempre difeso perché è un giocatore che mi piace e che dice le cose in faccia. Se riesce a restare tranquillo e a pensare soltanto al campo sarà una risorsa importante per noi, altrimenti rischia di creare problemi a tutto l’ambiente. Cipriani? A Pescara mi è piaciuto ed ha lavorato tutto l’anno con noi. Vediamo il mercato cosa dirà, non posso pensare a tutto io”.

 

Riproduzione riservata ©