Mutti: “Difficile commentare quanto visto”

Mediagallery

Non può che essere amareggiato mister Mutti. Aveva preparato la partita nel miglior modo possibile, poi Candussio l’ha indirizzata verso Perugia: “Diventa difficile commentare la partita dopo quello che è successo – commenta ai microfoni di Radio Bruno-. Stavamo facendo una buona partita senza soggezione con la testa libera, purtroppo il calcio è questo. Basta nulla per ribaltare tutto. In parità numerica potevamo fare il secondo gol ed eravamo in condizione di fare risultato. Gli arbitri a volte non valutano bene certe decisioni, devono essere più tranquilli nel valutare le situazioni. Ora bisogna saper reagire; mercoledì per noi è una partita importante e l’augurio è che certi comportamenti non penalizzano più di tanto la nostra squadra”.

Sconsolato anche Schiavone: “Non voglio commentare quanto accaduto perché posso assicurare che non c’è stata nessuna offesa nei confronti del direttore di gara. Sono curioso poi di vedere il referto perché se non si può neanche più parlare e chiedere spiegazioni… Comunque il Livorno ha fatto una grande partita quando era in parità numerica. Eravamo padroni in tutte le zone del campo e il Perugia non era pervenuto. E’ stata una partita dalle due facce e che dal 37′ in poi è andata in favore dei nostri avversari. Ora voltiamo subito pagina e pensiamo alle ultime due partite”.

Le grandi parate di Ricci non sono servite a portare a casa punti: “Avrei preferito fare una partita da spettatore e vincere. Bisogna continuare a testa alta perché, nonostante la sconfitta. abbiamo dimostrato che il Livorno c’è. Purtroppo l’espulsione ci ha condizionato perché fino a quel momento stavamo dominando noi. Ora bisogna fare assolutamente risultato nelle prossime due partite”.

Riproduzione riservata ©