Mutti: “Ci è mancato soltanto il gol”

Mediagallery

di Riccardo Campopiano e Simone Panizzi

Mister Mutti, una partita discreta del Livorno rovinata da un arbitraggio non all’altezza.
“Preferirei non entrare in merito, ma è evidente che sia cambiato qualcosa e non ci sia equità di giudizio nei nostri confronti. Sulla gara posso dire che i ragazzi hanno disputato una partita importante, creato molte occasioni e tenuto bene il campo. Non saprei cosa rimproverargli”.
Primo tempo molto bene, poi un calo nella ripresa. I cambi hanno spento la squadra?
“Avevamo speso molto durante la prima frazione. Ho messo dentro due giocatori freschi come Pasquato e Palazzi e difatti abbiamo ripreso a giocare. Siamo stati anche molto bravi in difesa, era la prima volta che i due centrali e Ricci giocavano insieme”.
Cosa è mancato quindi?
“Solo il gol. Non ci gira bene, mai un rimpallo o un episodio a favore. Dobbiamo continuare a lavorare sugli aspetti da migliorare. Come le verticalizzazioni quando giochiamo con due attaccanti, dobbiamo imparare a giocare la palla dietro la difesa e non solo sugli esterni”.
Vantaggiato è rimasto in campo nonostante l’infortunio nel primo tempo, un rischio?
“Daniele soffre di sciatalgia, la sera questi problemi aumentano. Non è niente di grave”.

Buona la prova di Comi a cui è mancato soltanto il gol: “Sono amareggiato per non essere riuscito a segnare, ma oggi la squadra ha fatto una buona partita. Non era facile riuscire a scardinare la loro difesa perché loro si chiudevano bene. Se il pallone non è entrato è sia per demeriti nostri che per la bravura di Terraciano. Purtroppo in questo periodo ci gira un po’ così, ma l’importante è l’approccio con il quale scendiamo in campo. Adesso testa al Cagliari: sappiamo che sarà difficile, ma noi non dobbiamo temere nessuno”.

Moscati prova a spronare la squadra: “Non dobbiamo piangerci addosso, ma soltanto guardare avanti. Intanto abbiamo interrotto la serie di sconfitte consecutive e sono sicuro che se continuiamo a giocare così i risultati arriveranno. Secondo me oggi abbiamo fatto un passo avanti rispetto alle ultime uscite; se riusciamo a imporre il nostro gioco possiamo dire la nostra contro chiunque”.

Soddisfatto a metà il tecnico ospite Vincenzo Torrente: “Un pari importante contro una squadra che a inizio stagione nutriva ambizioni di playoff. Una gara sofferta da parte nostra, ma un punto che fa morale. Non sono molto soddisfatto della prestazione, ma continuiamo comunque a muovere la classifica. Complimenti al nostro portiere Terraciano autore di parate decisive. Ma continuerà ad esserci competizione tra i pali tra lui e Strakosha”.

Riproduzione riservata ©