Luci: “Pari? Potevamo vincere”

Mediagallery

A sorpresa non è presente Christian Panucci in sala stampa, ma il suo secondo Nicola Tarroni. Il mister è infatti rimasto senza voce, e per una volta preferisce lasciare il microfono al suo collaboratore più stretto.
“Intanto partiamo dalla note positive”, spiega Tarroni, “nel primo tempo abbiamo disputato una buona gara e giocato un calcio gradevole al cospetto di una squadra competitiva e vogliosa di interrompere il trend negativo in trasferta come il Cesena. Nella ripresa abbiamo subito il loro spessore tecnico, l’ingresso di Sensi ha dato più alternative al loro gioco e abbiamo sofferto un po’. Non starei a soffermarmi sui singoli episodi, noi lavoriamo duro per fare i punti necessari al nostro obiettivo. A volte l’obbligo del risultato positivo ci frena, ma il gruppo è forte, sano, e ha tutta l’intenzione di uscire da una situazione di classifica particolare”.

Luci è soddisfatto per il punto conquistato: “Abbiamo fatto un grande primo tempo contro una grande squadra. Peccato non essere riusciti a trovare il raddoppio perché in quel caso la partita sarebbe stata chiusa. Nella ripresa siamo calati fisicamente e loro ci hanno chiuso nella nostra metà campo. Ci sta di soffrire contro queste squadre, ma il punto di oggi è meritato e ci dà fiducia per il futuro”.

Pinsoglio è stato decisivo con almeno un paio di interventi: “E’ un peccato non aver vinto dopo questa prestazione, ma siamo comunque contenti della gara perché abbiamo dimostrato di potercela giocare alla pari con tutte. L’unico rammarico è stato il non aver chiuso la partita quando ne avevamo la possibilità. Ora cerchiamo di fare più punti possibili perché sono troppo importanti”.

Al rientro dopo un periodo non fortunato, Ceccherini ha trovato il suo secondo gol in campionato: “Sono contento di essere rientrato e di aver segnato in casa davanti i miei parenti. Il Livorno ha fatto una grande prestazione, soprattutto nel primo tempo dove abbiamo chiuso il Cesena nella sua metà campo. Peccato non essere riusciti a portare a casa i tre punti, ma il pareggio dimostra che siamo vivi dopo il brutto ko di La Spezia”.

Sulla stessa linea d’onda anche l’allenatore del Cesena Massimo Drago: “Abbiamo fatto un secondo tempo importante dopo aver rimesso in sesto la gara. Per vincere ci è mancato l’ultimo passaggio, ma anche Pinsoglio è stato bravissimo. È vero che in trasferta abbiamo raccolto poco finora, ma non sono preoccupato. Le prestazioni sono in crescendo”. Due battute anche sui cambi, in special modo tra Kessie e Sensi: “Ho tolto Kessie perché volevo maggior velocità di manovra, e poi in vista del Cagliari era in diffida. Sensi era in un periodo di appannamento e ho deciso di farlo riposare, ma non avevo nessun dubbio sulle sue qualità”. Perché espulso Ragusa? “Ha detto al microfono, quelli a bordo campo, che c’era rigore su Djuric e l’arbitro l’ha cacciato”.

Riproduzione riservata ©