Playout, attesa per la sentenza

Nogarin: "Confido che nel corso del processo si tenga conto che, diversamente dal club abruzzese, il Livorno Calcio abbia sempre avuto i conti in ordine"

Mediagallery

“Rimango in fiduciosa attesa della pronuncia del Collegio di Garanzia del Coni sulla penalizzazione nei confronti della Virtus Lanciano, richiesta dalla Procura Federale. Mi auguro che il Collegio si esprima ripristinando la sanzione prevista dal giudizio di primo grado”. Così il sindaco di Livorno Filippo Nogarin in vista dell’udienza fissata per il 1 giugno. La sentenza scriverà infatti, una volta per tutte, la classifica della serie B e potrebbe far approdare il Livorno Calcio allo spareggio playout. “Confido che nel corso del processo si tenga conto che, diversamente dal club abruzzese, il Livorno Calcio abbia sempre avuto i conti in ordine e di considerare poi come il match del 20 maggio scorso, tra le due squadre, sia stato pesantemente condizionato da errori arbitrali, ormai certificati dalla stessa giustizia sportiva. Credo che, oggettivamente, se c’era una squadra meritevole di vincere il match e andare ai playout, quello era il Livorno”. “Senza voler togliere niente alla Virtus Lanciano, la permanenza della squadra amaranto nella serie cadetta può fare, oggettivamente, soltanto bene al mondo del calcio”, conclude il sindaco Nogarin.

Il senatore Pd Marco Filippi – Di recente i club dei tifosi avevano inviato tutta al documentazione al senatore Marco Filippi (Pd) affinché anche lui facesse luce sulla vicenda:
“Mercoledì prossimo la giustizia sportiva è di nuovo chiamata a decidere sulla penalizzazione del Lanciano per non aver correttamente ottemperato a tutti gli obblighi legati ai versamenti previdenziali. E’ evidente che la giustizia, anche quella sportiva, deve essere e rimanere indipendente da qualsiasi pressione esterna, ma è altrettanto evidente che non pagare nei tempi dovuti ciò che è dovuto, costituisce un vantaggio diretto anche sul terreno di gioco: chi non tiene i bilanci in ordine può permettersi ingaggi e premi salvezza che le squadre che rispettano tutte le regole, come il Livorno calcio ha fatto, non possono permettersi. Per questo spero che la giustizia sportiva dica una parola definitiva mercoledì e permetta al Livorno di giocarsi le possibilità di salvezza sul campo nei playout, senza essere penalizzato, assurdamente, dal fatto di aver tenuto in regola tutti i bilanci ed aver fatto investimenti in linea con le sue entrate”.

Riproduzione riservata ©