L’addio di Dionisi: “Mi è dispiaciuto andare via, ma non c’erano le condizioni per continuare”

Mediagallery

L’addio di Dionisi non è stato un fulmine a ciel sereno. Il suo passaggio all’Olhanense, dopo essere stati uno degli artefici della promozione in A, era un segnale d’allarme. Eppure Federico, come sempre, non ha mai storto il naso, ma ha accettato tutto seppur a malincuore. Il suo contratto scadeva nel 2015 e quando è rientrato a Livorno ha capito che non avrebbe ottenuto quello che voleva: un rinnovo per fargli capire che sarà lui il perno del nuovo progetto. Così non è stato e allora l’attaccante ha iniziato a guardarsi intorno. La proposta più interessante è arrivata dal Frosinone e l’accordo è stato trovato in pochissimo tempo. Oggi, 31 luglio, Dionisi è stato presentato dalla società ciociara e ha spiegato i motivi per cui ha cambiato casacca: “Vorrei spendere due parole per quella che è stata casa mia fino a poco tempo fa. Per me la scelta di lasciare Livorno è stata tra le più difficile che abbia mai preso. Mi dispiace soprattutto per i tifosi che porterò sempre nel mio cuore. Tuttavia mi ero reso conto che era arrivato il momento di lasciare perché non c’erano più i presupposti per andare avanti insieme”.

Riproduzione riservata ©