Livorno, ecco i nuovi “gioielli”

Mediagallery

Giornata di presentazioni per il Livorno Calcio. Alla fine del  primo allenamento giornaliero nella sala riunioni del Centro Coni si è svolta la prima conferenza stampa dei nuovi acquisti Baez, Schetino, Borghese, Valoti ed Antonini. A fare gli onori di casa è stato il Direttore Sportivo Franco Ceravolo.

Il primo a parlare è stato il giovane uruguagio Jaime Baez, classe 1995 attaccante: “Per me è stato tutto subito molto bello. Sono arrivato da Firenze ad una realtà nuova ma ben organizzata. Sono contento di aver potuto giocare subito nelle prime due partite. Mi trovo bene con i compagni ed anche con il nuovo mister. Nelle mie caratteristiche principali ci sono quelle di giocare o dietro le punte trovando gli spazi per andare al tiro o come secondo attaccante”. Sulla sua esperienza in viola (aveva segnato anche al Livorno Primavera nella prima di campionato ndr): “I primi mesi italiani a Firenze mi sono serviti molto per maturare ed imparare la lingua. Ho potuto giocare in un campionato impegnativo come quello Primavera, ma la serie B è tutt’altra cosa”.

Suo amico e connazionale è Andrés Schetino, centrocampista, ex Atletico Fenix, proveniente anche lui dalla Fiorentina: “In questo momento devo pensare ad allenarmi per trovare la migliore forma fisica. Spero in una settimana di poter essere pronto. Questo è il mio pensiero principale.  Qui a Livorno mi sono trovato bene, con Jaime che mi aiuta ad imparare la lingua. Ogni giorno faccio qualche piccolo passo avanti ed è molto importante per la mia integrazione”. Sul suo ruolo: “Sono un centrocampista, principalmente centrale, ma ho giocato in tutti i ruoli della mediana”.

Autore di due reti nelle prime due gare in amaranto, subito nel cuore della tifoseria. Martino Borghese parla così nella sua prima in sala stampa: “Le due marcature contro Como e Brescia mi hanno fatto molto piacere, ma il mio compito resta principalmente quello di difendere. Ora quello che conta veramente è il futuro, abbiamo bisogno di fare punti e ci proveremo ancora anche con la Ternana”.
“A Livorno mi sono trovato subito bene, qui c’è un ambiente caldo e passionale, come piace a me. Quando è arrivata la proposta non ho esitato un attimo a venire nel Livorno, una squadra ed una società con grandi tradizioni”.

Mattia Valoti proviene dal Pescara ed è arrivato nell’ultimo giorno della sessione inverale del calciomercato: “In Abruzzo, quest’anno, ero partito bene, poi ho avuto un problema fisico al piede ed ho trovato meno spazio. Il Ds Ceravolo mi ha chiesto di venire in amaranto ed io ho accettato all’istante. Sono felice di essere a Livorno e sono pronto a fare bene mettendoci il massimo impegno. Il gruppo è unito ed ha voglia di fare bene. Vincere a Brescia è stato importante ora dobbiamo cercare di ripeterci con la Ternana”.

Tanti anni in grandi squadre come il Milan ed il Genoa, ora Luca Antonini veste la casacca amaranto ed è subito pronto per questa nuova avventura: “Vengo qui con tante motivazioni, non ho assolutamente la pancia piena ed ho voglia di dimostrare qualcosa di buono ed interessante. Questa è una piazza ambiziosa, vogliamo dimostrare a tutta Italia l’importanza di Livorno, ora pensiamo a riprenderci in classifica ed a fare più punti possibile”.
“Sono pronto a mettere a disposizione la mia esperienza per i compagni più giovani, continua Antonini, spero di entrare nel cuore de livornesi dimostrando sul campo di poter fare bene”.
Poi un punto sul campionato: “La B è un torneo molto migliorato qualitativamente rispetto agli ultimi anni. Guardiamo di partita in partita ed impegniamoci sempre in allenamento, poi vedremo”. Sul suo ruolo: “Io sono di piede destro anche se in carriera ho giocato spesso anche sulla fascia sinistra”.

(fonte Ufficio Stampa Livorno Calcio)

Riproduzione riservata ©