I tifosi: “Stadio vuoto per 10 minuti”. Chiesti Pozzi e Castellini. Greco ad un passo dal Chievo

di rcampopiano

Mediagallery

La sconfitta in casa della Roma è stata l’ennesima riprova che questa squadra, se resta così, è destinata a battere tutti i record negativi della serie A. E non è da escludere una contestazione in occasione della partita di domenica alle 15 in casa contro il Sassuolo, una delle prime sfide cruciali in ottica salvezza. Uno degli scenari possibili dando una occhiata ai social netowork – dove tra l’altro su Facebook è nato il gruppo “Rivogliamo Davide Nicola nel Livorno” con oltre cinquecento iscritti – è uno stadio vuoto per i primi 10 minuti della partita.  Gli ultrà della curva intanto non parlano e studiano il da farsi. Inutile dire come manchino dei rinforzi che possano dare quel qualcosa in più ad una formazione che più di così evidentemente non può fare. Perotti dovrà far pressione su Spinelli affinché metta mano al portafoglio.
Il primo tassello dove essere per forza un esterno sinistro. Ormai anche i sassi hanno capito che in quel ruolo Mbaye non ci può proprio giocare mentre Duncan è ancora alla ricerca di se stesso. L’opzione numero uno era De Ceglie che però si è accasato al Genoa, dopo è stato il turno di Traoré che invece ha preferito giocare in Championship (serie B inglese) che nel Livorno in A. Ora la società punta dritto su Castellini, in uscita dalla Sampdoria. Sul suo conto c’è anche il Brescia ma speriamo che almeno per una volta il fascino di giocare nella massima serie abbia la meglio. In caso di ulteriore no, non resterebbe che virare su Masbah del Parma.
In attacco è stata avviata una trattativa con la Sampdoria per arrivare a Pozzi, usato con il contagocce in questa prima parte di campionato. Il sogno, ormai irrealizzabile, resta sempre Maxi Lopez, ma con ogni probabilità la società farà di tutto (vogliamo sperare) per prendere Cacia, in uscita dal Verona.
Per quanto riguarda le cessioni, oggi, 20 gennaio, dovrebbe essere il giorno buono per Belingheri a Cesena. Le due parti hanno già trovato l’accordo e il buon Luca andrà in Romagna a titolo definitivo. Stessa sorte toccherà a Gemiti in procinto di dire di sì al Padova. Su Greco c’è un grande punto interrogativo. La società ha smentito che sia sul mercato, ma da Verona (sponda Chievo) fanno sapere di aver raggiunto un accordo con l’ex Olimpiakos. Paulinho resterà alla base fino a giugno, poi le due strade si divideranno mentre per Emeghara non si è fatto vivo più nessuno.

Riproduzione riservata ©