Gelain: “Questa è la squadra che voglio”

Mediagallery

Assolutamente contrariato dopo la sconfitta dell’Arechi, galvanizzato dopo questo pareggio ottenuto contro il Cagliari. Gelain può finalmente mostrare un accenno di sorriso: “L’approccio all’inizio è stato un po’ timido – commenta ai microfoni di Radio Bruno – nonostante loro non avessero coraggio e lì dovevamo colpire. Poi la squadra ha cominciato a giocare una volta preso lo schiaffo. Nella ripresa siamo entrati con la convinzione di poterla riaprire nonostante si fosse messa molto male con il rigore del 2-0. Rispetto a Salerno abbiamo ragionato un po’ di più e abbiamo fatto una mezza impresa che poteva diventare anche completa. Un punto conquistato in questo modo è una bella iniezione di fiducia e ci fa credere ancora di più nella salvezza. L’arbitro? Non sto lì a giudicarle perché non è compito mio, certo che l’espulsione ci ha dato una mano”.

Ottima come sempre la prova di Lambrughi: “E’ un punto importante sul campo della più forte del campionato. Questo ci deve dare una grande iniezione di fiducia in vista delle prossime partite. La salvezza è un obiettivo troppo importante per noi e non ci deve sfuggire. Oggi abbiamo avuto una reazione importante e l’aver segnato subito dopo il 2-0 è stato fondamentale. Poi è stato bravissimo Biagianti nel suo inserimento”.

Secondo gol in campionato per Biagianti: “Per come si era messa, per noi è un punto fondamentale che ci porta ad avere ancora speranza per questa salvezza. La squadra ancora ci crede e la risposta ai due gol di loro ne è stata la riprova. Noi non avevamo niente da perdere e volevamo rovinare la festa al Cagliari. Abbiamo giocato con tranquillità e la giusta mentalità ed è da qui che dobbiamo ripartire”.

Riproduzione riservata ©