Gautieri: “Bene solo il primo tempo. I cambi? Serviva un altro centrocampista…”

Mediagallery

La sconfitta brucia perché andare in vantaggio in trasferta è un qualcosa che non puoi gettare alle ortiche. Lo sa anche Gautieri che ammette: “Nel primo tempo dopo essere passati in vantaggio hai avuto altre occasioni per raddoppiare che non sono state sfruttate. Abbiamo tenuto bene la loro aggressività, ma nella ripresa si è subito troppo la reazione dell’Avellino che ha trovato il gol. Serviva più attenzione sui calci piazzati e dovevamo evitare di schiacciarci troppo. I cambi? Ho messo Jelenic per passare al 4-4-2 ma in panchina non avevo un centrocampista altrimenti l’avrei schierato”.

Buona la partita di Gemiti nonostante la sconfitta: “Siamo partiti bene, ma dopo essere passati in vantaggio abbiamo subito troppo e non siamo stati in grado di sfruttare le ripartenze. Ci siamo difesi sicuramente troppo bassi e anche il tenere palla è stato difficile. Non penso che tutto questo però sia dipeso dal modulo. Attaccanti e centrocampisti spesso sono rientrati a darci una mano, purtroppo capita che qualche volta in difesa non sei messo bene e vieni punito. Bisogna ammettere però che il Livorno ha sofferto un po’ troppo”.

Come sempre Mazzoni non ha peli sulla lingua e sottolinea gli errori commessi: “Serve entrare di più nella mentalità della serie B, perché ci siamo addormentati in più di un’occasione. Se puntiamo tutto sulla lotta la perdi la partita, non possiamo entrare morbidi sui palloni altrimenti rischi di venir sconfitto su molti campi. Sapevamo com’era l’Avellino che non ha rubato niente. Noi non siamo ancora cattivi per portare via risultati da questi campi. Dovevamo fare meglio specie nel secondo tempo e serve putare il sangue a ogni partita sia con la prima che con l’ultima”.

Riproduzione riservata ©