Gautieri: “Avanti così, ma guai a esaltarci”

Mediagallery

di Riccardo Campopiano e Simone Panizzi

Dopo tante vittorie per 1-0, finalmente è arrivato un successo roboante. Gautieri quindi ha di che sorridere: “Abbiamo affrontato una squadra forte e sono contento della prestazione offerta. L’atteggiamento con il quale siamo entrati in campo è stato determinante perché dopo il successo sul Crotone, avevo detto ai miei che così non andava. I gol sono arrivati da situazioni che avevamo provato in allenamento, ma c’è ancora da rivedere parecchie cose come i passaggi in uscita. Serve essere più precisi perché con un errore rischi di compromettere una partita”. L’allenatore comunque invita tutti a non montarsi la testa: “Vincere aiuta a vincere e dà tanta soddisfazione specie se i tre punti arrivano contro una formazione come il Trapani che è sempre nei primi posti della classifica. Questo 6-0 ci deve far capire che stiamo crescendo e che possiamo ancora fare meglio”.

Giornata tutto sommato tranquilla per Bernardini visto che la difesa non ha corso particolari rischi: “Questa vittoria era quello che ci serviva. Oggi ci è riuscito tutto bene e sono contento per la squadra specie per gli attaccanti. Sarà importante non montarci la testa perché da brocchi non siamo diventati tutti fenomeni. Sappiamo quello che dobbiamo fare e andare avanti con le nostre certezze”.

AND_8489

Stessa filosofia anche per Emerson: “Nella mia carriera non ho mai visto un risultato così. Al di là della vittoria, sono contento nel vedere che oggi siamo scesi in campo con il giusto atteggiamento. Tuttavia non dimentichiamoci che contro il Crotone siamo andati spesso in difficoltà quindi la mentalità conta tantissimo. L’importante è che tutta la squadra dia il 100%, anche se sappiamo che c’è ancora molto da migliorare. Per noi difensori è importante continuare a subire poche reti”.

Grande protagonista Vantaggiato, autore di una doppietta: “Avevamo bisogno di una vittoria larga e il Livorno ha dimostrato di essere una grande squadra. Siamo stati bravi ad imporre il nostro gioco fin da subito e tutto è stato perfetto. Fa piacere, per quanto mi riguarda, sentire la fiducia di pubblico e allenatore e spero di far gioire i tifosi ancora tante volte”.

Anche Cutolo oggi ha vissuto un pomeriggio di grazia: “Sono felice per me e per la squadra. Finalmente siamo riusciti a concretizzare le tante occasioni create e questo deve essere lo spirito di ogni partita. Tuttavia sarà importante non montarci la testa e pensare subito alla prossima partita perché il campionato è ancora lungo e ci saranno tante altre battaglie da vincere”.

Amareggiato dopo la pesante disfatta il tecnico del Trapani Roberto Boscaglia: “E dire che avevamo anche iniziato bene, ma una volta rimasti in dieci e sotto di due gol la partita non ha più avuto storia. Ci è mancato tutto, non abbiamo lottato fino al novantesimo minuto. Il Livorno è invece stato bravo a sfruttare il maggior tasso tecnico  per metterci in difficoltà”. Rischia di lasciare il segno anche la contestazione dei tifosi a fine gara: “Si tratta di uno sfogo momentaneo, i tifosi sono giustamente delusi, ma sono anche molto intelligenti e sanno che il Trapani non è quello visto oggi. Sono pronto a scommettere che già da sabato prossimo scenderà in campo un’altra squadra. E’ la prima volta in sei anni che perdo con sei gol di scarto. Adesso sono qui a metterci la faccia e ad assumermi le responsabilità di questa sconfitta. C’è solo da fare mea culpa e da chiedere scusa ai tifosi”.

Riproduzione riservata ©