Djokovic: “La svolta dopo Avellino”. Mosquera c’è, ma parte dalla panchina

Mediagallery

Dopo la vittoria sul Bologna, il Livorno sta preparando la delicata trasferta di Lanciano. Una gara particolare per Gautieri che sfida il suo passato. Serve dare continuità ai tre punti conquistati contro gli emiliani. A fare una disamina del momento degli amaranto è stato Djokovic: “Stiamo andando molto bene, non mi aspettavo un inizio così forte. Ora spetta a noi continuare così. Dobbiamo ancora migliorare sotto alcuni punti di vista perché è capitato più di una volta di prendere gol all’inizio del secondo tempo. Siamo un gruppo che può fare molto bene e penso che dopo Avellino ci sia stata una svolta. Adesso l’atteggiamento è quello giusto e la rimonta che abbiamo fatto sul Bologna lo dimostra”.
Parlando del suo inizio di stagione, il centrocampista ha le idee chiare: “Mi darei una sufficienza piena, ma sono conscio che devo ancora migliorare tanto. A centrocampo lavoriamo molto sia sulla fase difensiva che su quella offensiva, cerchiamo sempre il giusto equilibrio. Di gol da centrocampisti non ne sono arrivati molti, speriamo di poter invertire questa tendenza”.
Il mediano poi parla della serie B: “E’ un campionato molto interessante, ci sarà da impegnarsi fino alla quarantaduesima giornata. In questa stagione ancora non si può dire chi sono i favoriti perché tutti pensavano che il Catania potesse fare un campionato a sé invece sta avendo problemi. Noi continuiamo per la nostra strada, senza pensare molto agli altri”.

Per quanto riguarda le condizioni di Mosquera, il colombiano ha ricominciato ad allenarsi con i compagni anche se è da escludere un suo impiego dal primo minuto a Lanciano. Sicuramente siederà in panchina, pronto ad entrare in campo qualora la situazione lo richieda. Gautieri sta pensando di dare un turno di riposo a qualcuno che ancora non ha tirato il fiato ecco perché in attacco ci potrebbero essere novità con il lancio di Galabinov dal primo minuto al posto di Cutolo.

Riproduzione riservata ©