Djokovic: “Spezia, eccoci”. Pires, presenza in dubbio

Mediagallery

In occasione dell’incontro tra il Livorno calcio e l’associazione Four For Africa (clicca qui), il centrocampista amaranto Djokovic ha fatto il punto della situazione circa il momento della squadra e le sue condizioni fisiche.

Damjan, come stai? L’infortunio è alle spalle?
“Per fortuna è tutto passato. E’ stata dura non poter giocare, ma adesso sto bene e sono pronto a dare il mio contributo alla causa amaranto”.

Venerdì c’è lo Spezia, che sfida sarà?
“E’ una partita molto bella che va assolutamente vinta. Per me è come un derby visti i tanti giocatori slavi che giocano il Liguria. Conosco bene Budan e Piccolo che è stato mio compagno di squadra al Cluj in Romania. Adesso arriva il tempo dove è importante trovare continuità nei risultati cercando di vincere più partite possibili. Questo con lo Spezia è il primo di una lunga serie di scontri diretti”.

Che idea ti sei fatto delle partite con Avellino, Crotone e Trapani?
“Un periodo negativo capita a tutti e noi in primis siamo dispiaciuti quando i risultati non arrivano. Contro l’Avellino c’è stata tanta sfortuna perché noi abbiamo creato tante occasioni e loro solo una. Nelle altre partite la squadra non ha girato al massimo, ma ora è tutto passato. Dispiace aver perso punti contro formazioni di bassa classifica, ma non dobbiamo piangerci addosso”.

Quest’anno hai messo a segno un gol e mezzo (a Brescia fu autogol del portiere). Pronto a migliorare?
“E’ sempre bello segnare e se gli attaccanti non fanno gol ci proviamo anche noi centrocampisti. Il mio obiettivo è quello di dare il massimo per la squadra, se poi arrivano anche le reti tanto meglio”.

News sull’allenamento – A Tirrenia, davanti il presidente Spinelli, il dg Arminia e il ds Signorelli gli amaranto hanno effettuato la consueta seduta pomeridiana. Pires ha dovuto interrompere l’allenamento per una botta al piede destro. La sua presenza per Spezia, salvo scongiuri, non dovrebbe essere in discussione.

Riproduzione riservata ©