Cutolo: “Se il Pisa va in B spero di fargli gol”. Vantaggiato e Djokovic: “Un onore essere qui”

Mediagallery

Il mercato ha riservato i classici fuochi d’artificio in casa Livorno. In poche giorni infatti la società ha ufficializzato gli arrivi di Vantaggiato, Cutolo e Djokovic. Tre giocatori esperti della categoria che garantiscono a Gautieri almeno un ricambio in ogni ruolo. Ora la palla passa in mano al tecnico perché il Livorno il suo lavoro l’ha fatto (magari un po’ tardino). La speranza è che gli ultimi giorni non riservino brutte sorprese (Siligardi e Biagianti infatti hanno offerte dalla serie A). Allo stadio si sono presentati un centinaio per l’arrivo dei nuovi. Inutile dirlo che il più acclamato è stato Cutolo e dopo vi spiegheremo il perché.

Vantaggiato – Il suo nome è stato accostato al Livorno in più di un’occasione. Finalmente ora si è messo nero su bianco e il giocatore potrà dare il suo contributo per la causa amaranto: “Era tanto che si parlava di me e posso dire che sono proprio contento di essere arrivato qui. Purtroppo in passato non si è mai trovato l’accordo tra le società. La prima impressione che ho avuto stando a contatto con la squadra è stata molto buona e penso che in serie B possiamo fare la differenza. Il Livorno ha tutte le carte in regola per fare un buon campionato. Come ruolo ho sempre giocato o prima punta o punta esterna, vedremo il mister come penserà di impiegarmi”.

Djokovic – Solo omonimo del più famoso tennista, arriva al Livorno dopo una buona stagione con la maglia del Cluj in Romania. Nel suo curriculum si contano anche 15 presenze nella massima serie. Inutile dire che la sua esperienza servirà come il pane: “Sapevo che il ds Signorelli era sulle mie tracce da un po’ di tempo e mi ha fatto capire che sarei stato una pedina importante per la squadra. Qui penso che ci sia la possibilità per me di fare il grande salto e di giocare con continuità. Per tutta l’estate si diceva che sarei rimasto in Romania, ma quando ho saputo dell’interesse del Livorno non ho avuto dubbi sull’accettare la proposta”.

Cutolo – Al suo arrivo è stato accolto in trionfo. Il gol al Verona e l’esultanza contro Mandorlini (clicca qui per il video) hanno fatto da antipasto, l’aver detto no al Pisa per l’amaranto da portata principale. Non ha ancora debuttato, ma è già un idolo dei tifosi: “Fa piacere vedere che intorno a me ci sia già questo entusiasmo. Sono in una piazza importante e farà piacere giocare per questo pubblico. Ho avuto modo di venire qui da avversario molte volte e sono sempre rimasto impressionato. La mia volontà è sempre stata quella di venire qui. La serie A? Ognuno ha quello che si merita, ma sicuramente ci ho messo un po’ del mio. Nel 4-3-3 ho sempre giocato partendo da destra, ma non ho problemi a cambiare lato. Mi fa piacere vedere che siamo tanti attaccanti perché per fare un campionato lungo come quello di serie B serve una rosa ampia”. Se il Pisa fosse ripescato, Cutolo non ha dubbi: “Spero di fargli almeno un gol”.

Riproduzione riservata ©