Ceccherini, multa e scuse: “Ho sbagliato”

Mediagallery

Alla vigilia della partita contro il Crotone, nel leggere la lista dei convocati è stato facile accorgersi di come mancasse il nome di Ceccherini. Subito sono iniziate le varie ipotesi sul perché di questa esclusione. Non essendo infortunato, il difensore doveva aver combinato qualcosa. E così è stato. Nell’ultimo allenamento, dopo un diverbio con Comi, il numero 17 ha abbandonato di sua volontà l’allenamento, senza dare una spiegazione a Panucci che è rimasto a bocca aperta. Oltre alla mancata convocazione, per il difensore è arrivata anche una multa perché certi comportamenti non sono accettati all’interno della società amaranto. Ceccherini, smaltita la rabbia e la delusione per quanto accaduto, ha spiegato come sono andati i fatti chiedendo scusa: “In questi giorni sono stato molto male per quando accaduto. In allenamento dopo un diverbio con Comi sono andato negli spogliatoi e il mister mi ha punito. Dico subito che ha fatto benissimo perché così facendo io ho mancato di rispetto a lui e ai miei compagni. Non mi sono comportato bene e voglio chiedere scusa a tutti. Ci sono giocatori che si allenano e non giocano mai, da parte mia non è ammissibile un gesto del genere”. Ceccherini ne approfitta anche per togliersi qualche sassolino dalla scarpa: “L’ultimo anno non è stato facile per me. Ho accumulato tanta rabbia e tensione e non ho reso come volevo. Ho passato un momento difficile che mi hanno toccato profondamente e non ho difficoltà nell’ammettere che in estate ho chiesto la cessione.  Poi ho parlato con Panucci e ho capito che dovevo rimanere. Non volevo andare via con il ricordo di una stagione disputata al di sotto delle mie aspettative”.
In queste prime giornate, quando il Livorno vince in casa Ceccherini non è mai andato sotto la curva a festeggiare: “Come dicevo prima, sono successe alcune cose e sto cercando di difendere me stesso. Preferisco festeggiare con la mia famiglia e con i miei amici invece che con persone che hanno messo in giro voci assolutamente false su di me”.
Un’ultima battuta sul momento che sta attraversando la squadra: “Abbiamo conquistato un punto in quattro partite, troppo poco. A Crotone ho visto che la squadra dopo il 2-0 è crollata e questo non deve più accadere. Vogliamo subito riscattarci contro il Modena”.

Riproduzione riservata ©