Cecche ai saluti, Schiavone-Calabresi sì

Mediagallery

Giovedì 9 luglio prenderà ufficialmente il via la nuova stagione del Livorno. La squadra si ritroverà al centro Coni di Tirrenia per una serie di test fisici e nel pomeriggio svolgerà il primo allenamento. Poi la partenza per il ritiro di Acqui Terme. Mister Panucci avrà a disposizione una rosa ancora incompleta, ma la speranza è che nel giro di poco tempo il tecnico possa contare su una squadra con i giusti ricambi onde evitare di arrivare al primo appuntamento stagionale (il secondo turno di coppa Italia) con il cartello “lavori in corso”. Gli arrivi di Comi, Palazzi e del giovane portiere Ricci non bastano. In quest’ottica, è praticamente fatta per l’arrivo dalla Juventus di Schiavone con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto a favore dei bianconeri. Percorso inverso ma con stesse opzioni per Favilli (già a Torino dal gennaio scorso). Con il suo arrivo il centrocampo sarebbe sistemato con Panucci che finalmente avrebbe quel regista che tanto va cercando. Per l’attacco, l’esterno che tanto piace è Troianello, reduce dalla promozione in A con il Bologna e che non rientra nei piani del Palermo (proprietario del cartellino).
La difesa invece quasi certamente perderà una dei pezzi da novanta. Federico Ceccherini infatti ha chiesto alla società di essere ceduto. Dopo un’annata al di sotto delle aspettative, il giovane livornese ha voglia di un’esperienza altrove. Il richiamo del suo maestro Nicola è troppo forte, ma il Bari deve alzare l’offerta. Qualora il”Cecche” partisse, dalla Roma è già stato prenotato Calabresi, altro giovane di prospettiva che l’anno scorso è stato tenuto in grande considerazione da Garcia.

Riproduzione riservata ©