Scambio Siligardi-Piovaccari con la Samp? C’è Surraco, Maicon si avvicina

Mediagallery

Definita la cessione di Paulinho all’Al Arabi, si pensava che il reparto offensivo non avrebbe subito altre variazioni. Ma con Spinelli, non c’è mai da dormire sereni. “L’unico sacrificato sarà Paulinho” aveva detto il ds Signorelli, ma così non è stato. E’ arrivata l’ufficialità del passaggio di Dionisi al Frosinone. Per lui è pronto un contratto triennale. I rapporti tra il buon Federico e la società si sono incrinati la stagione passata quando la punta venne ceduta senza troppi fronzoli in Portogallo. Dionisi non prese affatto bene questa decisione e adesso le strade si separano in maniera definitiva.
Adesso gli amaranto sono alla ricerca forzata di un attaccante per completare il reparto avanzato. Al momento abili e arruolabili ci sono solo Siligardi, Galabinov e il giovane Bruzzi (Dell’Agnello è andato al Barletta). Troppo pochi per l’intera stagione. I due, come se non bastasse, non sono ancora sicuri di voler sposare la causa amaranto. Hanno il contratto in scadenza nel 2015 e al momento non hanno nessuna intenzione di rinnovare. La cifra proposta dal Livorno è lontana dalle loro richieste. Proprio per questo la società è alla ricerca di una soluzione. Per Siligardi infatti è stato proposto uno scambio alla pari con la Sampdoria con Piovaccari, ma i blucerchiati non sono sicuri della contropartita. Gli obiettivi al momento sono due: Di Roberto e Vantaggiato. Quest’ultimo parte con il favore del pronostico in quanto svincolato dopo il fallimento del Padova. Dal Cittadella invece arriva Surraco (per lui si tratta di un ritorno). Se il giocatore supererà le visite mediche allora firmerà un contratto di un anno con opzione per quello successivo. In dirittura di arrivo, salvo clamorosi ribaltamenti, anche Maicon. L’esterno della Reggina non vuole restare in Lega Pro e avrebbe già accettato di sposare la causa amaranto. La firma è attesa nelle prossime ore. Con il Napoli continua la trattativa per Vitale, ma prima c’è da cedere uno tra Gemiti e Lambrughi. 

Parlando proprio di cessioni, l’impressione è che uno tra Ceccherini e Siligardi verrà sacrificato. Sul primo ci sono Genoa, Fiorentina e Chievo, ma nelle ultime ore è uscito prepotentemente il Cesena. Il “Cecche” sarebbe anche disposto a restare in B, ma è logico che una chiamata dalla massima serie è difficile da rifiutare. Per quanto riguarda il trequartista, sfumato il Sassuolo c’è anche per lui l’ipotesi Cesena. La difesa tuttavia rischia di subire un vero e proprio restyling. Emerson infatti è seguito dall’Empoli, alla ricerca di  un giocatore d’esperienza per il suo pacchetto arretrato. Bernardini invece è finito nel mirino del Cagliari vista la partenza di Astori. Infine Meola sembra indirizzato a scendere nuovamente in Lega Pro, questa volta al Messina.

Riproduzione riservata ©