Belfodil: “Qui le condizioni non convincevano. La società sapeva che io volevo la Premier”

Mediagallery

Fin dal giorno del suo arrivo Belfodil fu subito chiaro: “Volevo giocare in premier” (clicca qui per leggere). La speranza è che, in quanto professionista, avrebbe dato anima e corpo per il Livorno visto che l’Inghilterra non l’aveva voluto. Peccato che ora si scopre che non è stato così (in campo questa sensazione era stata chiara fin dal primo giorno). In un’intervista al sito competition.dz, l’attaccante, ora al Parma, dice chiaramente come stavano le cose all’epoca: “Venni a Livorno soltanto perché all’Inter non giocavo e avevo bisogno di farlo in vista del Mondiale. Sono arrivato con delle condizioni che non mi convincevano e loro (la società, ndr) lo sapeva. Ero molto più attratto dalla Premier, ma poi sono andato a Livorno”. Parole che pesano perché visto il sacrificio che Spinelli fece all’epoca per averlo (un milione di euro) più il lauto stipendio, ci si aspettava tutt’altro impegno dall’algerino. Consideriamo il suo non essere andato al Mondiale come una piccola rivincita.

Riproduzione riservata ©