Le “bimbe” del Fides campionesse d’Italia

Mediagallery

“Gara strepitosa, perfetta, preparata da un anno intero con grande sacrificio e duro lavoro”.  Sono queste le parole a caldo del maestro di fioretto del Fides, Giuseppe Pierucci, che ha portato sul gradino più alto d’Italia le “sue bimbe” under 14 ai campionati nazionali a squadre di Treviso. “Queste quattro piccole grandi schermitrici – ha continuato Beppe Pierucci – hanno dato prova non solo di essere le più brave ma di fare la scherma più bella prendendosi i complimenti di tutti quanti e dopo essere diventate la scorsa settimana campionesse regionali”.  Stiamo parlando del dream team amaranto composto da Karen Biasco, Beatrice Prusciano, Costanza Pensabene e Ginevra Manfredini. Le giovanissime allieve di Pierucci hanno compiuto veramente la “gara perfetta” dominando il girone vincendo con Udine (per 36-6), Catania (36-12) e Roma (36-18). Ma

IL MAESTRO GIUSEPPE PIERUCCI GIOISCE INSIEME ALLE SUE RAGAZZE "TERRIBILI"

IL MAESTRO GIUSEPPE PIERUCCI GIOISCE INSIEME ALLE SUE RAGAZZE “TERRIBILI”

la cavalcata non finisce qui. Dopo il girone grazie al numero di  stoccate inferte il Fides si classificava primo assoluto, numero 1 del tabellone, classificandosi di diritto nella top eight.
Ed ecco che le fiorettiste non si fermano. Negli 8 le livornesi battono Agliana con un secco e prepotente 36-10 poi la semifinale contro Ancona dove riescono a compiere una vera e propria impresa ribaltando il risultato negli ultimi 3 assalti polverizzando i sogni di vittoria avversari e imponendosi per 36 a 30.
È la tanto attesa finale contro il fortissimo Frascati Scherma (in cui  tira la campionessa italiana in carica della categoria). Gara perfetta, in cui in ogni assalto il Fides domina senza problemi concludendosi con un secco 36-20 che riassume la perfezione e la bravura. Ed ecco che le schermitrici labronica si sono laureate perla prima volta nella storia del Fides campionesse italiane categoria “bambine-giovanissime”.
“La vittoria è dedicata a tutto il gruppo – spiega Pierucci – a quello presente e a quelli  che erano a casa a fare il tifo. Sono un gruppo di ragazzi giovani e giovanissimi in espansione, che si vuole bene, che lavorano fianco a fianco quotidianamente, con amore e voglia. Questi sono i successi di tutti, sono i successi che fanno crescere e che fanno diventare un gruppo, un forte gruppo. Avanti così che la strada è quella giusta”.

Categoria ragazze-allieve-  A Treviso poi in pedana si è svolta anche la gara della categoria delle più grandicelle “ragazze-allieve” in cui il Fides schierava Penelope Biagi, Ginevra Eleuteri e la super matricola Vittoria Di Cesare (con appena 6 mesi di scherma alle spalle). Numero 10 dopo i gironi nel quale le livornesi avevano sconfitto Foggia col punteggio di 45-20 e la fortissima Pisa del maestro Antonio Di Ciolo per 44-43. Poi la vittoria contro Milano 45-32 per poi cedere ad Ancona 45-36. Un nono posto che non rispecchia a pieno il loro valore. E’ stata comunque una splendida esperienza in cui c’è sicuramente da sottolineare la  splendida prestazione di Penelope Biagi la quale ha fatto vedere cose sensazionali, dando parziali in tutte le frazioni (addirittura un +23 con Pisa). Peccato infine non aver potuto partecipare con la gare dei  maschietti/giovanissimi (gara che avrebbe visto protagonista Gregorio Isolani, leader indiscusso della categoria), piccoli
acciacchi e malanni di stagione hanno precluso al Fides la partecipazione, ma  verranno gioie anche per loro.

 

Riproduzione riservata ©