L'analisi di Capozucca: "Operato bene sul mercato, il Livorno ha le carte per salvarsi. Su Dionisi…". Intervista

Il direttore sportivo: "Se Dionisi ha accettato il trasferimento in Portogallo è perché da parte sua c’era la volontà di andare"

di rcampopiano

Mediagallery

Al timone del calciomercato del Livorno da questa estate, Stefano Capozucca è stato in prima linea per tutte le trattative che hanno riguardato gli amaranto. Non si è tirato indietro quando ha dovuto ammettere il ritardo nella costruzione della squadra. Ora che i trasferimenti si sono chiusi può godersi qualche giorno di riposo in attesa di gennaio quando il mercato riaprirà e il suo cellulare tornerà a suonare ogni minuto.

Direttore, come giudica il mercato del Livorno?

“Abbiamo fatto quello che potevamo raggiungendo tutti gli obiettivi che ci eravamo preposti. Ora il nostro unico pensiero deve essere quello della salvezza. Con gli innesti che ci sono stati penso che il Livorno sia attrezzato per raggiungere il mantenimento della categoria. Basta arrivare quart’ultimi, non penso che sia una missione impossibile”.

Si aspettava di incontrare tutte queste difficoltà nell’ingaggiare i giocatori?

“Ognuno ha fatto le sue scelte e i suoi ragionamenti. Durante questa sessione ci sono stati esempi positivi come Greco e Biagianti che per venire a Livorno hanno fatto di tutto. La partita di Sassuolo per ora ci sta dando ragione. C’è anche chi ha fatto scelte diverse perché non ci riteneva attrezzati. Noi prendiamo atto di questo e siamo felici per chi ha accettato di venire qua”.

Ci spiega come è nata la cessione di Dionisi?

“ Se Dionisi ha accettato il trasferimento in Portogallo è perché da parte sua c’era la volontà di andare. Nessuno lo ha costretto. Il Livorno ha preso un giovane molto promettente come Borja e sicuramente avrà il suo spazio senza dimenticare che tra poco sarà pronto anche Siligardi. Dionisi in questo caso forse era un po’ chiuso, ma ora avrà la possibilità di confrontarsi con un campionato tosto come quello portoghese”.

Per Vargas avete fatto di tutto…

“ C’è un vecchio detto che dice: ‘gli orologi non si mettono mai indietro’. È inutile ora stare a parlare di chi non ha accettato Livorno”.

La rosa del Livorno sembra un po’ troppo ampia al momento, specie di difesa.

“ I giocatori hanno un contratto ed è nei loro diritti accettare o meno altre destinazioni. Chi ha preferito restare è perché lo ha voluto e ha fatto le sue considerazioni. Noi non siamo certo rammaricati se qualcuno non è voluto andare via, anzi”.

News – Stasera, 5 agosto, il Livorno sarà di scena a Carrara per un’amichevole contro la squadra di casa. Alla partita non prenderanno parte Benassi, Bardi, Decarli e Mbaye impegnati con la rispettive nazionali.

Riproduzione riservata ©